Home Argomenti Società e cronaca Progetto UNITED BLOGGERS

Progetto UNITED BLOGGERS

75
0
Link

Secondo incontro per una syndication di bloggers e web attivisti (Provvisoriamente: UNITED BLOGGERS) 

L’appuntamento è per sabato 24 settembre, alle ore 11,00 in Via Baccina 6/5 a Roma(studio di Giulietto Chiesa. Per coloro che non potranno esserci di persona è previsto il collegamento anymeeting o skype. Per questo tutti coloro che sono già in indirizzo riceveranno l’indicazione per il collegamento. Si prevede un’ampia discussione, dunque la durata teorica dell’incontro potrebbe protrarsi per almeno due ore. 

 

A) Si tratta del secondo incontro dopo quello del 4 giugno che avvenne con una lista preliminare di invitati, esplicitamente definita come “non definitiva”.

 

B) Non si tratta di una qualsivoglia proposta di “unificazione”. Siamo tutti consapevoli della diversità grande che ci rende differenti, ciascuno da tutti gli altri. 

C) Abbiamo tutti, chi più, chi meno, un atteggiamento critico verso il mainstream. Che è in evidente crisi. Separati e divisi non possiamo costituire un’alternativa, che molti di noi ritengono possibile e auspicabile. 

 D) L’obiettivo è dotare un gruppo di bloggers e web attivisti di un MARCHIO OMBRELLO che rappresenti la volontà comune di manifestarsi, in modi diversi dai media mainstream, nei confronti di temi altamente strategici per il Futuro. Tra questi, le 4 grandi emergenze contemporanee: militare, ecologica, economico-finanziaria, democratica. 

Nel corso della riunione di sabato 4 giugno sono stati affrontati i diversi aspetti della questione e su alcuni di questi si è raggiunto un primo accordo.

1) E’ stata accettata l’ipotesi del Marchio Ombrello comune la cui denominazione resta da definire.

2) E’ stata formulata l’ipotesi di realizzare un Host Server che renda visibili (mirrors) tutte le pagine web  a disposizione degli aderenti, con una schermata di accesso che consenta di visionare Autori, Temi, Date e Titoli/Tags di riferimento. E consenta di accedere da tale schermata a tutte le pagine degli aderenti al Marchio.  

3) L’architettura complessiva delle relazioni tecnologiche tra gli aderenti resta da definire nei dettagli, ma dovrebbe sicuramente consentire la misurazione dei Visionamenti Cumulati. Un accento particolare è stato posto su questo aspetto affinchè si possa attribuire al Marchio una Forza sia in termini di Comunicazione che di Interesse da parte di Agenzie di Pubblicità.

4) Considerando la triade grazie alla quale funziona ogni mezzo di comunicazione: Contenuti, Network e Modello di business, appare evidente che in questo caso :

– i Contenuti ci sono

– l’accesso alle Reti c’è, ma è faticoso per ognuno gestirlo singolarmente

– il Modello di business (ovvero per lo meno la quadratura di costi-ricavi) è in grave sofferenza quindi va migliorato. 

Già nel primo incontro si è concordato che non si può né si deve tentare di adottare una linea editoriale immediatamente condivisa (I Contenuti) ma creare e utilizzare il citato Marchio ombrello per assumere un ruolo di Alta Rappresentanza della “società civile” nel dibattito su ogni forma di Global Governance. 

Tutti questi e ogni altro aspetto che verrà proposto sono in discussione. Obiettivo primario è la costituzione formale di un comitato promotore e la definizione della road map da seguire nell’immediato futuro.

Tutti i destinatari di questa mail, anche chi non fosse stato presente al primo incontro, sono invitati al dibattito. Comunicateci il vostro interesse.  

Glauco Benigni
Giulietto Chiesa
(nella loro unica qualità di stimolatori)

La Toscanini