Home Dossier G8 L'Aquila 2009 Berlusconi: Bush amico, Obama non sbaglia colpo

Berlusconi: Bush amico, Obama non sbaglia colpo

51
0
Link

(ansa.it) L’AQUILA – "Ho sempre collaborato con tutte le amministrazioni americane, con quella di Clinton, con quella di Bush, al quale ancora mi sento legato da un’amicizia personale, ma devo riconoscere che la nuova amministrazione americana non ha sbagliato un passaggio in politica internazionale e quindi complimenti ancora ad Obama". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi, nel corso della conferenza stampa conclusiva del G8.

G14 – Berlusconi annuncia decisioni piu’ importanti in futuro da una riunione allargata al G14. "Tutti i format sono validi e resteranno in piedi", a partire da quello del G8, costituito da paesi che "fondano la loro politica su valori condivisi come la libertà e la democrazia e quindi credo che il discorso tra i leader del G8 deve essere portato avanti", ha sottolineato il premier Silvio Berlusconi.

CRISI – "Abbiamo raggiunto tutti risultati positivi – sostiene Berlusconi -. Quello più importante è il messaggio di fiducia e speranza ai cittadini. La crisi ha avuto origine finanziarie e poi si è estesa ma ora si può dire che per la parte economica si è ormai sfogata". "Non ci sono elementi sufficienti per pensare che la crisi continui così o si aggravi nella sua profondità", ha aggiunto.

CLIMA – I risultati raggiunti sul clima rappresentano "un grande successo" del summit G8 dell’Aquila. Ne è convinto il premier, che ha citato, tra le altre, le "aperture molto, molto importanti" da parte di Cina ed India, disposte ad "assoggettarsi ad alcuni impegni" concreti.

IRAN – "Sull’Iran dal G8 è uscita una dichiarazione dura. Abbiamo escluso per il momento sanzioni ma riteniamo che i tempi per il dialogo non possono essere eccessivamente lunghi", ha detto il premier, aggiungendo che "non si può assolutamente permettere che l’Iran faccia uso di armi nucleari". Il premier ha ricordato che a orientare le decisioni del G8 sono state le importanti conclusioni del vertice Usa-Federazione Russa.

AFRICA – Berlusconi afferma che i leader del G8 "avevano raggiunto attraverso una iniziativa chiamata ‘Aquila food security’ la cifra di 15 miliardi di dollari in aiuti ma dopo le sessioni di lavoro a cui hanno partecipato anche i Paesi africani abbiamo avuto la soddisfazione di potere passare da 15 miliardi a 20 miliardi di dollari in tre anni".

SPECULAZIONI INTERNAZIONALI – Nel corso del G8 "si è manifestato disappunto sul fatto che siano riprese le speculazioni internazionali". In particolare sui prezzi del petrolio, ma anche del ferro, della soia, del grano e del riso e il vertice ha dato "mandato" agli organismi internazionali preposti che decidano come "intervenire soprattutto sugli edge fund".

STAMPA –  "La situazione è tornata alla normalità. Io non ho mai attaccato la stampa ma qualche volta sono loro che hanno attaccato me e io ho solo risposto a quello che hanno detto". Risponde così il premier ad un cronista che gli chiede se anche dopo il summit rimarrà una sorta di tregua nei confronti dei mezzi di informazione.

TERREMOTO – "Sto cercando una casa qui per il mese di agosto per verificare lo stato di avanzamento dei lavori", per la ricostruzione dal terremoto, ha fatto sapere Berlusconi. "Dal 15 settembre ci sarà la consegna del primo appartamento e l’obiettivo è quello di arrivare alla consegna delle case entro novembre. Certo per la ricostruzione di tutti gli edifici compresi anche quelli storici ci vorranno degli anni ma l’impegno è quello di concludere tutto entro la legislatura". Lo ha affermato il premier Silvio Berlusconi, nel corso di una conferenza stampa al termine del G8.

La Toscanini