Home Argomenti Sorgenti (politica) IRAN: AHMADINEJAD GIURA, FUORI DISPERSI OPPOSITORI

IRAN: AHMADINEJAD GIURA, FUORI DISPERSI OPPOSITORI

289
0

(ansa.it) TEHERAN  – Il presidente iraniano, Mahmud Ahmadinejad, ha prestato giuramento davanti al parlamento per il suo secondo mandato, promettendo che le elezioni del 12 giugno, contestate dalle opposizioni, segneranno "l’inizio di importanti cambiamenti in Iran e nel mondo", mentre fuori dal parlamento alcune centinaia di oppositori si sono radunati per protestare e sono stati dispersi da polizia e basiji.

Ahmadinejad ha promesso che la Repubblica islamica "continuerà a resistere ai Paesi oppressori" e "continuerà ad agire per cambiare i meccanismi di discriminazione nel mondo a beneficio di tutte le nazioni" ed ha liquidato le mancate congratulazioni di alcuni Paesi occidentali, Stati Uniti in testa, al suo insediamento, dicendo: "Abbiamo udito che alcuni leader dell’Occidente hanno deciso di riconoscere il nuovo governo ma di non congratularsi con esso", ha detto il presidente, aggiungendo che ciò "significa che essi (i governi occidentali) vogliono la democrazia solo per i loro specifici interessi e che non rispettano i diritti di tutti i popoli". "Beh, nessuno in Iran sta aspettando i vostri messaggi", ha detto Ahmadinejad. Malgrado il massiccio schieramento di poliziotti in tenuta antisommossa e di miliziani basiji, fuori dal parlamento già prima che iniziasse il giuramento si erano radunate alcune centinaia di sostenitori del leader dell’opposizione, Mir Hossein Mussavi, che hanno marciato attorno all’edificio prima di essere caricate e disperse dalla polizia. Un testimone ha riferito dell’arresto di una donna, bloccata e portata via mentre cantava slogano a favore di Mussavi.