Home Argomenti Sorgenti (politica) Bossi scarica Salvini: “Alla Lega serve un nuovo leader”. E fa il...

Bossi scarica Salvini: “Alla Lega serve un nuovo leader”. E fa il nome di Giorgetti

34
0

FRANCESCO MOSCATELLI
Il patron della Lega: «Domani a Varese per i festeggiamenti con Salvini non ci sarò»
La Lega all’inizio era un movimento più vicino al popolo, la Lega di 40 anni fa aveva una base popolare. Noi abbiamo cominciato dal Comune di Varese ma io domani a Varese per i festeggiamenti con Salvini non ci sarò». Parola di Umberto Bossi, che questo pomeriggio ha aperto le porte della sua villetta di Gemonio per festeggiare i quarant’anni dalla fondazione della Lega autonomista lombarda. A raggiungerlo, per mangiare una fetta di torta al cioccolato portata dall’ex segretario lumbard Paolo Grimoldi con Bossi e con i suoi famigliari, c’erano oltre un centinaio di persone. Pezzi di storia leghista, come l’ex Guardasigilli Roberto Castelli o l’ex onorevole Luca Leoni Orsenigo (quello che sventolo un cappio alla Camera), ma anche semplici militanti.
Molti indossavano le t-shirt contro Roma ladrona e sventolavano le bandiere con il Sole delle Alpi, ma non sono mancate nemmeno le critiche a Matteo Salvini e all’attuale gruppo dirigente del partito. “Oggi sono molto contento, ho visto tanta gente che non vedevo da anni, è la Lega di 40 anni fa”, ha detto il Senatùr, uscito in giardino per scambiare due parole con i giornalisti. Poi ha mandato l’ennesimo avviso di sfratto a Salvini, ipotizzando anche un nome per il futuro del partito. «Alla Lega serve un nuovo leader. Serve un nuovo leader che vada nella direzione dell’autonomia, che rimetta al centro la questione settentrionale. Se Giorgetti potrebbe sostituire Salvini? Giorgetti è uno bravo, ma non dico niente se no lo massacrano. Se la base non approva i programmi, non vai da nessuna parte. Diventa una bolla di sapone». 13 Aprile 2024
Fonte Link: lastampa.it