Home Architettura Urbanistica Design Roberto Ghiretti (PU) sull’avvio del cantiere di borgo Romagnosi a Parma

Roberto Ghiretti (PU) sull’avvio del cantiere di borgo Romagnosi a Parma

95
0
Link

Alla fine il cantiere del progetto più inutile messo in campo da questa Amministrazione, l’abbassamento di via Romagnosi, vedrà presto la luce. L’avvio dei lavori a luglio inoltrato non lascia sperare in un rispetto dei tempi di consegna, fatto che, del resto, sarebbe un’eccezione alla prassi che vuole che le opere vengano annunciate, poi non partono e poi forse verranno completate con ritardi epocali. E infatti su questo progetto già sono stati due gli annunci andati a vuoto: prima doveva partire entro la fine dell’inverno, poi entro giugno. Viste le premesse e considerati i tempi strettissimi i residenti di borgo Romagnosi rischiano di convivere con un’enorme voragine sotto casa per molto tempo.

E parlando di residenti l’amministrazione comunale ha rispettato anche un’altra prassi ormai consolidata nel tempo: l’assoluta mancanza di dialogo. Nonostante sia sorto da tempo un comitato contrario al progetto che ha richiesto più volte di essere coinvolto, l’avvio dei lavori è arrivato come il classico fulmine a ciel sereno e se, come annunciato, i proprietari degli immobili coinvolti dai lavori ricorreranno al Tar c’è da scommettere che ne vedremo delle belle.

Personalmente da tempo denuncio il fatto che questo intervento è inutile, costoso e assolutamente privo di senso. Ciò di cui la città aveva bisogno era una doverosa riqualificazione del ponte Romano che riconsegnasse ai parmigiani una zona della città divenuta ormai simbolo di degrado. Ciò che invece si ritroverà sarà una lunga cantierizzazione invasiva al termine della quale l’unico vero beneficiario di un progetto da oltre 1,5 milioni di euro sarà l’Università di Parma, cui verranno destinati i locali ristrutturati. A questo punto la mia solidarietà va ai residenti di borgo Romagnosi che, loro malgrado, dovranno affrontare una vera e propria odissea nei prossimi mesi, consapevoli oltretutto dell’inutilità di questo intervento.

Roberto Ghiretti
Parma Unita