Home Alimentazione Cibus&Food MOZZARELLA CHEESE E’ L’ULTIMO INGANNO ARRIVATO SULLE TAVOLE DEI CONSUMATORI

MOZZARELLA CHEESE E’ L’ULTIMO INGANNO ARRIVATO SULLE TAVOLE DEI CONSUMATORI

138
0
Link

TARANTO, AGROALIMENTARE: MOZZARELLA CHEESE E’ L’ULTIMO INGANNO ARRIVATO SULLE TAVOLE DEI CONSUMATORI SEQUESTRATE OLTRE 24 TONNELLATE DI FORMAGGIO SOTTO FALSA INDICAZIONE

CODICI: I " FALSI" DETERIORANO IL MERCATO E LA SALUTE DEI CONSUMATORI

TOLLERANZA ZERO PER I TRAGRESSORI

Ancora un duro colpo al settore agroalimentare ed ancora una volta parliamo di contraffazione sulle tavole degli italiani. Sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza oltre 24 tonnellate di formaggio a pasta filata denominato "Mozzarella Cheese". Un nome fantasioso, quello di questo prodotto proveniente dalla Germania con destinazione Libia. Ad ingannare il consumatore, un tricolore riportato sulla confezione del prodotto congelato come segno distintivo della ‘certa’ produzione Made in Italy. E’ proprio il Made in Italy ad esser sempre più un’utopia tanto che olio, salumi, formaggi, tipici prodotti mediterranei nostrani sono sempre più a rischio. Ma quali sono i prodotti maggiormente contraffatti?

Dal nome modificato il parmigiano nostrano diventa il Parmesan e poi ancora gli Spaghetti, Napoletana, le Linguine Ronzoni, la Fontina "made in China", i pomodori San Marzano coltivati in California, i fiaschi tricolore di Chianti, il Pompeian Olive Oil ,il  prosciutto Busseto, il Salame Toscano, l’Italian Dry Salame, la Sopressata Calabrese e, la Turkey Bologna, prodotto turco di imitazione della mortadella. E la lista potrebbe continuare a lungo.

Per comprendere la drammaticità della situazione ripercorriamo i sequestri avvenuti nel primo semestre 2010:

  • Gennaio 2010: sequestro di 44 tonnellate di funghi cinesi in salamoia invasi da muffe,vermi e veleni;
  • Febbraio/Marzo 2010: 40 kg di mortadella, 200 kg di formaggio e 400 kg di coppa sequestrati a Fasano. Ed ancora a Trani sequestrate 27 confezioni di Pane di semola affettato, 5 confezioni di grattugiato denominato in etichetta "grana di prima scelta", 8 confezioni sottovuoto di "bocconcini grana padano", 15 confezioni di tranci di formaggio denominato con etichetta "Fiandino tipo Reggiano", 7 tranci di formaggio recanti la dicitura "selezione fiandino";
  • Aprile 2010: sequestrato a Cerignola (FG) olio di semi colorato con clorofilla venduto ai ristoranti baresi per un prezzo pari a 2 euro al litro
  • Maggio 2010: Oltre 115 tonnellate di cereali destinati a pizzerie e pastifici sono state sequestrate in uno stabilimento di confezionamento di farina, semole e cerealidi Corato. Ingenti quantitativi di farina e semole di dubbia provenienza, venivano confezionati in involucri recanti etichette falsificate per essere successivamente commercializzate
  • Giugno 2010: sequestrate in provincia di Bari, poco meno di 70 chilogrammi di 
mozzarelle di colore ‘blu’ prodotte in Germania.

 

Questi sono solo alcuni delle vicende verificatesi nel settore alimentare pugliese, infatti si conterebbero oltre un caso di sequestro al mese nelle diverse province. La criminalità non conosce limiti , continua a danneggiare il mercato così come la salute dei consumatori sempre più a repentaglio. Pertanto Codici chiede continui controlli e tolleranza zero per i trasgressori.

Taranto, 14 luglio 2010

 

 Ufficio Stampa Codici Regione Puglia

Valentina Napolitano

tel/fax 0997369187 – Cell. 3400584131