Home Dossier Amministrative 2022 Parma Elezioni Comunali a Parma: il nuovo Consiglio comunale e le preferenze

Elezioni Comunali a Parma: il nuovo Consiglio comunale e le preferenze

231
0
sala consiliare Comune di Parma
sala consiliare Comune di Parma

Come sarà composto il nuovo Consiglio comunale?

Ecco il doppio scenario, non ancora ufficiale, in caso di vittoria al ballottaggio di Michele Guerra o di Pietro Vignali.

Se il 26 giugno a prevalere sarà il candidato del centrosinistra la maggioranza – formata da venti consiglieri – otterebbe con il Pd 12 seggi, quattro Effetto Parma, tre la lista Guerra sindaco, uno Parma La Sinistra Coraggiosa.

Così la suddivisione dei 12 consiglieri di minoranza: sei seggi alla coalizione di Vignali (tre della sua lista civica più il candidato sindaco, uno alla Lega e a Forza Italia); tre consiglieri andrebbero alla coalizione di Dario Costi (oltre al candidato sindaco, un seggio a Civiltà Parmigiana e uno per la lista Ora); due consiglieri a Fratelli d’Italia del candidato sindaco Priamo Bocchi e uno per il candidato sindaco dei Verdi Enrico Ottolini.

In caso di vittoria di Vignali, la sua lista civica raccoglierebbe 14 consiglieri; quattro andrebbero alla Lega e due a Forza Italia.

Sul fronte dell’opposizione, oltre al candidato sindaco Michele Guerra, entrerebbero in Consiglio cinque candidati del Pd, due di Effetto Parma e uno della lista Guerra sindaco; due della coalizione Costi – compreso lo stesso candidato – e un solo consigliere per Fratelli d’Italia, il candidato Bocchi.

A livello di preferenze, spiccano i risultati ottenuti tra le fila del Pd dal capolista Lorenzo Lavagetto, il più votato in città come nel 2017, e Caterina Bonetti. Ottimi riscontri anche per Manuel Marsico e Francesco De Vanna che fanno meglio dei consiglieri uscenti Sandro Campanini e Daria Jacopozzi.

Nella lista Effetto Parma arriva primo Marco Bosi, davanti a Michele Alinovi, Oronzo Pinto e Cristian Salzano.

Spiccano nella lista di Michele Guerra sindaco il medico Antonio Nouvenne e il consigliere uscente Leonardo Spadi, terza Saba Giovannacci.

In Parma la sinistra coraggiosa prima è Anna Rita Maurizio.

Nella lista Vignali sindaco si impone Virginia Chiastra che fa meglio del capolista Fabrizio Pallini, di Arturo Dalla Tana e di Marco Osio.

Prima nella lista della Lega è la parlamentare e consigliera uscente Laura Cavandoli.

Ottiene un ottimo risultato la lista Europa Verde che ha chiuso al 4,61% con voti di preferenza molto alti per Nicola Dall’Olio e Chiara Bertogalli.

Nella lista Fratelli d’Italia il più votato è Giuseppe Tramuta, in Civiltà Parmigiana Maria Federica Ubaldi. 14 GIUGNO 2022

Fonte Link: parma.repubblica.it

Previous article12 giugno: Santissima Trinità
Next articleLa Toscanini NEXT vola in Brasile