Home Dossier Amministrative 2022 Parma Roberta Roberti risponde al candidato Guerra sul Tardini: “Un dialogo con i...

Roberta Roberti risponde al candidato Guerra sul Tardini: “Un dialogo con i cittadini? In contraddizione con gli alleati di Effetto Parma”

263
0

Roberta Roberti risponde al candidato Guerra sul Tardini: “Un dialogo con i cittadini? In contraddizione con gli alleati di Effetto Parma”

La candidata sindaca di Parma Città Pubblica commenta l’annuncio da parte di Michele Guerra sul voler “rivedere in modo approfondito” il progetto del nuovo Stadio Tardini

“Nonostante la nostra ferma opposizione al progetto, apprendiamo con piacere che il candidato Guerra accoglie con favore i ripetuti appelli, inascoltati in Consiglio Comunale, delle opposizioni e in particolar modo quelle di Roberta Roberti, che insieme al Comitato Tardini Sostenibile ha evidenziato più volte le criticità del progetto del Nuovo Tardini proposto dalla società Parma Calcio 1913 e la mancanza di un tavolo aperto con la cittadinanza” commenta la lista Parma Città Pubblica.

“La promessa dell’apertura di un dialogo con la città su un manufatto così impattante, e non solo in senso estetico, per tutti i cittadini, ci è suonato ‘familiare’, visto che noi da due anni chiediamo il confronto con gli abitanti di Parma e la loro partecipazione alle decisioni su un luogo che deve rimanere di tutti, cioè pubblico. – dichiara Roberta Roberti – Restiamo contrari al progetto così come è stato posto. Riteniamo infatti che debba essere completamente ripensato e rinegoziato l’intervento sullo stadio con la società Parma Calcio 1913. Il Comune deve essere garante degli interessi pubblici, non privati”. 

Michele Guerra a(a destra ) e Marco Bosi

“Viene da chiedersi poi se il candidato Guerra parli con i suoi alleati di Effetto Parma che attraverso l’ultimo comunicato stampa continuano invece a sostenere il progetto, dichiarando che rinnoveranno lo stadio con 100 milioni di investimento privato e che sarà un’opportunità per creare un impianto in grado di ospitare non solo importanti manifestazioni sportive, ma anche concerti. Forse Guerra è d’accordo sul confondere le idee ai cittadini?” commenta Roberti.

“Il dialogo con i cittadini è indispensabile alla luce del documento dell’Advisor che evidenzia con ricchezza di argomenti e dati la NON sostenibilità economico finanziaria della proposta di rifacimento dello stadio Tardini. Documento che è stato consegnato alla consigliera Roberta Roberti solo dopo l’adozione della delibera del 24/1/2022 con cui il Consiglio comunale ha espresso voto favorevole al pubblico interesse della proposta di rifacimento dello stadio, malgrado le reiterate richieste di accesso inviate al Comune: la prima risalente al 8/11/2021. Parma ha bisogno di trasparenza. Si faccia chiarezza su quali siano i veri interessi della proprietà Parma Calcio 1913 su quello che è un Bene Pubblico che deve conservare la sua naturale vocazione. Prendiamoci cura dello Stadio Tardini, ma facciamolo solo per Sport” conclude Parma Città Pubblica.

Previous articleElezioni a Parma: Cavandoli, Occhi e Azzali (Lega) si ricandidano in Consiglio
Next articleTeatro Regio di Parma monumento nazionale: si unanime del Senato