Home Dossier Guerra in Ucraina Guerra in Ucraina. Mandato di arresto per Putin dalla Corte penale internazionale

Guerra in Ucraina. Mandato di arresto per Putin dalla Corte penale internazionale

46
0

L’annuncio dalla sede dell’Aja. Contestata la deportazione e il trasferimento illegale di bambin dall’Ucraina alla Russia. Mandato d’arresto anche per la Commissaria russa per i diritti dei bambini

La Corte penale internazionale ha emesso un mandato di arresto per il presidente russo Vladimir Putin in relazione alla guerra in Ucraina. Il presidente sarebbe “responsabile del crimine di guerra di deportazione di popolazione (bambini) e di trasferimento illegale di popolazione (bambini) dalle zone occupate dell’Ucraina alla Russia”. Lo si legge nel comunicato della stessa Corte. Oltre a Putin, un altro mandato di arresto è stato spiccato nei confronti di Maria Alekseyevna Lvova-Belova, commissaria per i diritti dei bambini presso il Cremlino. I reati sarebbero stati commessi nel territorio occupato ucraino almeno a partire dal 24 febbraio 2022.

La Russia non riconosce la giurisdizione della Corte dell’Aja.

Come abbiamo documentato, il primo anno di inchiesta della Commissione internazionale indipendente sull’Ucraina ha concluso il suo primo anno di indagine con una relazione che parla di «crimini di guerra che includono uccisioni volontarie, attacchi a civili, reclusione illegale, torture, stupri, trasferimenti forzati e deportazione di bambini». Per quella che viene definita «ipotesi di genocidio», condensata in 18 pagine, corredate da centinaia di allegati fotografici, filmati, esami balistici e di medici legali. venerdì 17 marzo 2023

Fonte Link: avvenire.it

Previous articleLandini non menta!