Home Argomenti Ambiente e Ecologia ECOTERRORISTI!

ECOTERRORISTI!

209
0

DALLA IMBECILLITA’ ALLO SPORCO AFFARE E’ UNA SEQUELA DI INFESTAZIONI SENZA FINE… E NON SE NE VEDE LA POSSIBILITA’ DI RIMEDIO!! NON C’E’ LEGGE CHE TENGA CONTRO l’INCOSCIENZA DIFFUSA E INCENTIVATA DA UN MALCOSTUME CHE VIENE DALL’ALTO!!! UN ESEMPIO CHE E’ LA ROVINA SOCIALE!
QUANDO LA BELLEZZA E’ CONTINUAMENTE SFREGIATA DALLA STUPIDITA’ NON C’E’ PIU’ NEMMENO LA SPERANZA! LA VERITA’ E’ CHE SIAMO SOLO UN RIFIUTO ED E’ CIO’ CHE CONTINUAMENTE PRODUCIAMO… MA IMBELLETTATO DALLO SPETTACOLO!!! SIAMO ATTORNIATI E ASSEDIATI DA ECOTERRORISTI!!! LB

Sversa la vernice in mare e l’acqua si colora di rosso
Autotrasportatore pulisce il camion e versa sul Fuorni la vernice rossa: denunciato dai carabinieri. Gli scarichi si sono poi riversati alla foce e quindi al mare, su cui è apparsa un’enorme macchia rossa. In mare sono finiti circa 4 litri di vernice.

Luigi Colombo

(lacittadisalerno.gelocal.it) Non era la Piaga del sangue raccontata nell’Esodo, ma il risultato pareva uguale: il fiume Fuorni prima e la sua foce poi completamente tinti di rosso. E a cambiare il colore delle acque non era di certo Mosè, ma un’autotrasportatore a dir poco incivile. Perché, l’altro pomeriggio ha pensato bene di pulire il suo camion – sporcatosi a seguito della rottura di due dei fusti di vernice che trasportava – senza alcuna precauzione, lasciando così la vernice finisse direttamente a mare. A finire nei guai il 29enne G.N., residente nell’agro nocerino-sarnese, autista di una ditta di autotrasporto con sede nella zona industriale di Salerno, denunciato per la violazione della normativa vigente in materia ambientale.

A beccarlo sono stati i carabinieri della stazione di Salerno Mercatello che con quelli a quelli del nucleo operativo e il supporto aereo di un mezzo del settimo nucleo elicotteri di Pontecagnano. Verso le ore 18 di mercoledì, i militari a bordo di un elicottero per un’operazione di controllo del territorio, hanno avvistato una vasta chiazza di colore rossastro nello spazio di mare antistante il litorale salernitano, proveniente dalla foce del fiume Fuorni. Seguendo a ritroso il corso del fiume l’elicottero ha individuato il giovane, che successivamente è stato bloccato da due pattuglie all’interno del parcheggio della sua ditta di autotrasporto nella zona industriale di Salerno, situata a ridosso del fiume Fuorni e a circa 500 metri dalla foce dello stesso.

I militari hanno accertato che, a seguito della rottura accidentale di due barattoli di vernice rossa avvenuta all’interno di un furgone durante normali operazioni di trasporto, il 29enne stava lavando il furgone versando le acque reflue derivanti dal lavaggio, e pertanto intrise della vernice, in una griglia di scolo diretta nel fiume. Così le acque reflue "rosse" sono confluite dapprima nel fiume Fuorni e successivamente, tramite la foce del fiume, nello spazio di mare antistante il litorale che ha assunto una colorazione rossastra, allarmando i bagnanti presenti.

Sul posto è intervenuto anche il personale dell’Arpac di Salerno che ha effettuato gli accertamenti di competenza. Il giovane dovrá rispondere di scarico di acque reflue industriali senza la prescritta autorizzazione, in violazione della normativa in materia ambientale. Secondo i militari la quantitá di vernice finita in mare non dovrebbe superare i quattro litri, anche se si trattava di solventi piuttosto concentrati che, seppur ecocompatibili, hanno creato un considerevole danno all’ambiente marino. (13 agosto 2010)

Previous article“e-waste”: riuso e riciclo di PC, cellulari e TV
Next articleLa metropolitana fantasma di Parma