Home Argomenti Animali RISPONDO A ENRICO CHE MANGIA MEZZO CHILO DI CARNE AL GIORNO

RISPONDO A ENRICO CHE MANGIA MEZZO CHILO DI CARNE AL GIORNO

88
6
Link

Faccio seguito al mio intervento su gazzettadiparma.it , riflessione pubblicata nel blog con il titolo "E questa sarebbe la civiltà parmigiana?" e la sollecitazione di Enrico.

Enrico: Caro Luigi Boschi, lei non può dare a tutto il forum dei nazisti perché consumiamo carne..sta scherzando o cosa?
LB: Invece sì perché le pratiche sono le stesse! Ci rifletta!
"Aushwitz inizia quando si guarda un macello e si pensa: sono solo animali" Theodor Adorno

Enrico: E la Resistenza cosa c’entra?
LB: Non riesce proprio a far calzare il paragone? Dà fastidio essere portatori di una grande tradizione storica e sentirsi addosso le pratiche sanguinarie di chi si è combattuto!
Le ricordo che anche noi siamo animali e la nostra differenza genetica con i non umani, pensi, è marginale.
Gli animali, come noi, parlano tra loro, si accoppiano, provano amore, dolore, sognano… Perché ucciderli quando la nostra macchina biologica è stata concepita per l’alimentazione vegetariana?
Perché distruggere loro la vita fin dal concepimento?
Ma lei è consapevole di cosa viene fatto ai maiali, alle mucche, ai polli, ai conigli?… ai cavalli?

Enrico: Lo sa che a quell’epoca se ne mangiava più di adesso perché era considerata quella di cavallo la carne dei poveri!!
LB: Molta gente non sapeva cosa mangiare, perché c’era la miseria… ed era spesso fame da sopravvivenza. La carne sì e no una volta al mese, ma per necessità. C’era chi metteva nell’impasto del pane anche la segatura. Ora è completamente diverso. Converrà. L’abbondanza da cibo è trasformata in orgia.

Enrico: E che si smetta di usare frasi celebri…guardiamo la sostanza…molti di quelli che sparavano frasi iperboliche erano i primi a sedersi ad un tavolo e a spazzolare una bella costata.
LB: Ne è così certo? E’ stato ospite di Gandhi? Di Leonardo? O dei suoi avi hanno avuto l’onore di essere commensali di Dante?
Non devo ripeterle che fortissimi campioni sono stati vegetariani così come grandi cervelli o uomini di grande spiritualità. Francesco le dice qualcosa? 

Enrico: Se lei preferisce una bella insalata faccia pure, ma non può pretendere che tutti la seguano.
LB: Può anche scegliere oltre la verdura, i cereali, i legumi, la frutta, tofu, temphè… semi, noci, mandorle, ecc… olio di oliva…
Vorrei vedere più consapevolezza e responsabilità. La complessità della società lo esige. E’ molto difficile modificare le proprie credenze e costumi, lo so, ma di fronte alle evidenze bisogna saper moderare almeno i consumi, se proprio non si riesce a smettere.

Enrico: A proposito, se seguissimo la sua teoria illuminante, cosa gli facciamo fare a quel qualche milione di persone che nel mondo lavorano nell’alimentare, ditte industrie, allevamenti, macelli etc,?
LB: Cambiano! E’ l’economia al servizio dell’uomo, non il contrario. E per i lavoratori di settori in dismissione si attivano gli ammortizzatori sociali. Lei ha idea quanto costa in contributi pubblici diretti e indiretti la sua economia carnivora? Guardi, mi creda costerebbe meno tenere a casa le persone, sostenerle economicamente e nella loro riconversione professionale o di lavoro.
Lei, poi,  si è mai messo nei panni di coloro che tutti i giorni dell’anno si alzano per andare a mettere per otto ore un coltello in gola a degli animali e immergersi nel loro sangue? Si è mai chiesto come mai tutti questi lavori della filiera delle carni: dagli allevamenti, ai macelli, agli stabilimenti produttivi, sono lavori in gran parte riservati a extracomunitari?

Enrico: se vuole essere cosi gentile, penso che tutto il forum aspetti una risposta credibile.
LB: Penso di averla data. O no?

Enrico: Scusatemi ma non ho mai capito perché i cosiddetti vegetariani credono di avere la verità in tasca quando sono sconfessati dall’intera storia dell’umanità,e provano anche a farci sentire in colpa,
LB: La scelta vegana è una scelta etica di responsabilità e consapevolezza. Molto più facile essere carnivori! Non siamo sconfessati da nessuna storia!! Anzi! E’ l’esatto contrario. Lei ha mai sentito parlare degli Esseni? Dei bimbi di Hopewood? Già nella storia le migliori menti sostenevano l’alimentazione vegetariana. Molti filosofi li erano.
Mai prima al mondo, come ora, vi è stata una tale esplosione di allevamenti. E tutti sappiamo che cosa comportano in termini etici, ambientali, salutistici, sociali, economici. Un disastro la cui evidenza è palese, basta documentarsi. Ma in un forum non si può fare un trattato. Penso ne convenga.
In questi interventi non ho sentito una ragione plausibile, dico una a sostegno della carne. Non si è andati oltre il mi piace. Non solo, ma ho colto pure grettezza, volgarità e derisione per il sacrificio animale.

Enrico: io mangio almeno mezzo chilo di carne al giorno e oltre a non averne alcuno sto anche DA DIO (vedesi esami del sangue) saluti CARNIVORI
LB: Ho sentito molti affermare quello che dice lei… e ne hanno pagato le conseguenze. Lo chieda a Veronesi! Lei sa che Parma è una tra le città con il più alto tasso di tumore al colon? Lei sa che il 60-70% degli ospedalizzati sono dovuti a alimentazione scorretta? Che la carne e i prodotti di derivazione animale sono tra le principali cause di malattia? Pensi al costo in sanità che produce la carne!
Vede, anch’io sto da Dio, come lei dice di sentirsi, i miei esami sono perfetti, ma con una grande differenza che la mia vita non dipende dalla morte o dal sacrificio di altri esseri viventi. Che la mia alimentazione non contribuisce alla desertificazione, ai gas serra, al disastro idrogeologico. Il mio vivere non richiede contributi pubblici per il farmaco, per la filiera della carne, degli allevamenti e riduce drasticamente la spesa ospedaliera.
E posso dirle una cosa che lei non ha provato. Sono stato anch’io carnivoro per educazione familiare e ignoranza e posso dirle che il cambiamento (dal 2002) in meglio sotto tutti gli aspetti è stato radicale. Fisico e psichico. Ha mai letto qualcosa di Terzani? Ditadi, Singer? Lo faccia! E se non riuscirà a cambiare avrà arricchito la sua sensibilità e avrà un’altra idea della scelta vegana. Sempre che uno voglia mettersi in discussione. Scriveva Terzani: "… quella che chiamiamo eufemisticamente carne sono in verità pezzi di cadaveri di animali morti, morti ammazzati. Perché fare del proprio stomaco un cimitero?"

E per finire, lei sa che il cavallo prima della rivoluzione industriale era compagno inseparabile dell’uomo nelle guerre, per i trasporti, nei campi… e ora carne da macello!!
Ma il futuro è nella alimentazione vegana. Sarà il risveglio dall’orgia dopo la miseria. (04/01/2010)

Luigi Boschi

PS.
Le indico due miei articoli:
Corrispondenza tra un giornalista carnivoro e uno scrittore vegano
http://luigiboschi.it/?q=node/4508
Alimentare, cambiamento radicale
http://luigiboschi.it/?q=node/28433

Tre video semplici e istruttivi, niente di cruento
Video Vegan
http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=05zhL1YUd8Q
Carne la verità sconosciuta
http://luigiboschi.it/?q=node/25093
La vita emotiva degli animali da fattoria
http://luigiboschi.it/?q=node/22352

Alcune Note

Dalle "Pergamene del Mar Morto", che non possono certo essere state manomesse dalle traduzioni, Gesù dice: "Siate rispettosi e compassionevoli non solo verso i vostri simili ma verso tutte le creature poste sotto la vostra tutela…Forse che i pesci vengono a voi a chiedere la terra e i suoi frutti? Lasciate le reti e seguitemi, farò di voi pescatori di anime…Il debole non è stato dato all’uomo per fargli da cibo o da divertimento…Maledetto colui che con astuzia ferisce e distrugge le creature di Dio! Si, maledetti i cacciatori perché saranno cacciati e per mano di uomini indegni riceveranno la stessa misericordia che hanno mostrato alle loro prede innocenti, la stessa".

Dal Vangelo della Pace degli Esseni: "…non uccidete nè uomini, nè animali, né il cibo che va nella vostra bocca… se vi nutrite di cibi vivi questi vi vivificheranno, se uccidete il vostro cibo, il cibo morto vi ucciderà… la vita viene dalla vita, dalla morte viene sempre la morte… ciò che uccide il vostro cibo, uccide anche le vostre anime… i vostri corpi diventano ciò che mangiate, come le vostre anime diventano ciò che voi pensate… perciò non mangiate ciò che il gelo e il fuoco hanno distrutto, perché i cibi bruciati, gelati e decomposti, bruceranno, geleranno e decomporranno il vostro corpo… mangiate frutti ed erbe alimentati e maturati dal fuoco della vita…"


La Vitamina B12 può essere ricavata da alghe, dalla salsa di soia preparata con il metodo della fermentazione naturale, dal temphè (soia fermentata). La Vitamina B12 viene prodotta anche da microrganismi del nostrom intestino. E se proprio uno vuol sentirsi tranquillo può prendere la Vitamina B12 ottenuta da batteri coltivati su alimenti vegetali. Questo senza uccidere!!


La Toscanini