Home Produzioni LB Articoli LB Alexey Navalny è stato ucciso con “un pugno al cuore” secondo The...

Alexey Navalny è stato ucciso con “un pugno al cuore” secondo The Times

136
0

Putin morirà nella totale infamia mondiale. Questo criminale non è degno di vivere, né di rimanere in alcuna organizzazione mondiale. Anche Salvini è responsabile indirettamente della morte di Alexey essendo partner di Putin in Russia Unita [LINK accordo]. LB
Il leader dell’opposizione russa è stato indebolito da temperature sotto lo zero prima di essere colpito dagli agenti di Putin con una tecnica del KGB

È probabile che Alexey Navalny sia stato ucciso con un pugno al cuore, una tecnica un tempo insegnata agli agenti delle forze speciali del KGB, dopo essere stato esposto al gelo per diverse ore.
Vladimir Osechkin, fondatore del gruppo per i diritti umani Gulagu.net, ha dichiarato al Times che i lividi trovati sul corpo del leader dell’opposizione sono compatibili con la tecnica del “pugno singolo”, citando una fonte che lavora nella colonia penale artica dove Navalny è morto venerdì.
Prima della sua morte, Navalny, 47 anni, era stato costretto a trascorrere più di due ore e mezza all’aperto in uno spazio di isolamento all’aperto dove la temperatura poteva scendere fino a -27°C, ha detto Osechkin. Normalmente i detenuti non vengono tenuti all’aperto per più di un’ora, e gran parte del tempo viene trascorso all’aperto.

Osechkin ha aggiunto che ex prigionieri che avevano scontato la pena nella prigione artica avevano già riferito di detenuti uccisi dai loro carcerieri in questo modo. Le informazioni fornite finora dalle autorità russe sulla morte di Navalny sono state frammentarie e contraddittorie, e il suo corpo non è ancora stato consegnato ai familiari. La sua morte è stata annunciata dal Servizio penitenziario federale russo (FSIN), che ha dichiarato che aveva perso conoscenza dopo aver fatto una passeggiata nella prigione.

Pochi minuti dopo, un canale controllato dallo Stato sul sito di messaggistica Telegram ha affermato che la causa della morte era un «coagulo di sangue». Il giorno seguente, alla madre di Navalny e al suo avvocato è stata consegnata una notifica di morte che comunicava il decesso per «sindrome da morte improvvisa».

Yulia Navalnaya, vedova di Navalny, ha suggerito lunedì che il marito è stato ucciso con il Novichok, l’agente nervino con cui i sicari dell’FSB hanno cercato di ucciderlo nell’agosto 2020. Osechkin ha detto di ritenere improbabile questa ipotesi. Ha detto: «È possibile, naturalmente, ma quando qualcuno è sotto il controllo del sistema carcerario ci sono molte opzioni su come ucciderlo. Il Novichok lascerebbe una traccia nel suo corpo e porterebbe direttamente a Putin, visto che ci ha già provato una volta».

Gulagu.net, che si traduce come “No al Gulag”, è stato fondato da Osechkin nel 2011. Informato da un’ampia rete di detenuti in servizio e funzionari delle carceri, è diventato una delle principali autorità in materia di violazioni dei diritti umani nelle carceri russe.

La settimana scorsa ha pubblicato un rapporto in cui si afferma che gli agenti dell’FSB hanno visitato la prigione due giorni prima della morte di Navalny e hanno scollegato alcune telecamere di sicurezza e dispositivi di ascolto. Osechkin ha affermato che la presenza di agenti dell’FSB nella prigione è una prova che la morte di Navalny è stata ordinata dal Cremlino. «Da quello che so dalle mie fonti, si è trattato di un’operazione speciale preparata con diversi giorni di anticipo», ha detto. «È stato un ordine di Mosca, perché senza Mosca non sarebbe stato possibile smontare le telecamere nel modo in cui lo hanno fatto».
Martedì Lyudmila Navalnaya, la madre di Navalny, ha chiesto al Presidente Putin di consegnarle il corpo del figlio dopo che le era stato detto che era stato trattenuto per «analisi chimiche» e che non sarebbe stato rilasciato prima di due settimane.
Un paramedico ha dichiarato a Novaya Gazeta, un autorevole giornale russo di opposizione, che il corpo di Navalny è stato portato venerdì sera all’ospedale clinico distrettuale di Salekhard, anziché al vicino ufficio di medicina legale, come normalmente avviene. Il paramedico ha detto che sul suo corpo sono stati trovati lividi, compatibili con le convulsioni. È stato trovato anche un livido sul petto, che sembra essere «in connessione con un massaggio cardiaco indiretto». «In questo momento dobbiamo assicurarci che il suo corpo venga trasferito alla famiglia di Navalny e in Occidente per essere analizzato», ha detto Osechkin. «Ma c’è il grosso rischio che le forze speciali di Putin lo cremino».

Lunedì è stata annunciata la promozione di un alto funzionario della prigione, accusato di essere intervenuto in diverse occasioni per garantire che Navalny fosse trattato duramente. Una direttiva emanata dall’ufficio del presidente ha promosso Valery Boyarinev, precedentemente vice direttore del servizio carcerario, al grado di colonnello generale. Ivan Zhdanov, direttore della Fondazione anticorruzione di Navalny, ha postato un’immagine del decreto su X, dove ha scritto che la promozione è una «ricompensa personale per le torture e gli omicidi di Putin» «Boyarinev ha personalmente supervisionato la tortura di Alexey Navalny in prigione. Limitare l’acquisto di cibo per Alexey, come tutte le altre torture, è stato un ordine personale di Boyarinev dal FSIN», ha scritto Zhdanov.

Tra l’indignazione globale per la morte di Navalny, gli Stati Uniti renderanno noto venerdì quello che i funzionari hanno descritto come un nuovo importante pacchetto di sanzioni contro la Russia. 21 Febbraio 2024

Fonte Link: lastampa.it