Home Produzioni LB Articoli LB Donnarumma e il giro dei soldi

Donnarumma e il giro dei soldi

196
0
Link
Gigio Donnarumma

Donnarumma e il giro dei soldi, un futuro da campioni a buffoni

I soldi non mentono, la gente sì. Per me c ‘è qualcosa di più nella perdita di Donnarumma a zero. Il giro dei soldi è troppo grande. Chi c’è dietro Donnarumma e  Raiola? Penso un giro molto, molto, sporco. Possibile anche società criminali? Non lo escludo! Altrimenti Maldini sarebbe, pur negli errori compiuti -non poteva non sapere della volontà di andarsene del giocatore-,  un incapace, e Paul Singer del Fondo Elliot non è persona da perdere dei capitali, ma li riproduce. Chi li ha costretti a farlo? Non si possono perdere capitali senza avere ripercussioni negative personali e professionali e nella organizzazione amministrata. La perdita a bilancio per la cessione a zero del portiere, non è cosa da poco. Il fondo Elliot non ha acquistato il Milan per perdere assets di importanti giocatori. La storia ci dirà la verità su Donnarumma. Spero solo che qualche Procura si muova e la GDF faccia quel che deve fare.

Gigio Donnarumma

Gigio, per “cambiare” non si devono creare danni a chi si deve tutto. Una lettera da puffo del calcio senza verità, di parole vuote. Probabilmente scritte da altri con la testa vuota come la tua. Vorrei fosse aperta una indagine seria sul giro di soldi che stanno dietro a Donnarumma e Raiola. Io penso vi sia qualcosa di molto sporco e forse delinquenziale.
Cambiare squadra è nelle cose del calcio, ma andarsene, a parametro zero, in pieno potenziale, non a fine carriera, senza portare un riconosciuto compenso al Milan che lo ha accolto bambino e portato a livelli internazionali (come lui stesso scrive), è da infame far perdere un capitale alla società che lo ha fatto diventare un campione. Donnarumma è un figuro da dimenticare. La madre Marinella dice: “non è quello che viene descritto nei media”. Ci dica allora lei cosa è suo figlio? Ci spieghi le ragioni di questo comportamento da bravo e buon ragazzo ( !) Una persona corretta e seria non fa quel che ha fatto suo figlio. Mi dispiace per lei signora, ma i fatti parlano chiaro. Non c’è nulla di buono, solo opportunismo, soldi e forse criminalità organizzata. Fare chiarezza giudiziaria dietro il giro dei soldi Donnarumma /Raiola, farebbe bene a tutto il calcio. Suo figlio, signora Marinella, si fa rappresentare da Raiola, un vero delinquente del calcio, inviso a tutti. Certo porterà soldi a lui e all’altro suo figlio Antonio per grazia ricevuta. Ma Gigio sarà cancellato dalla storia del Milan, non merita alcuna considerazione, né attenzione storica. Si pentirà amaramente della scelta imposta e voluta da altri. Mi ricorda qualche storia di pugili nella mani di organizzazioni criminali che per avidità di soldi hanno venduto la loro dignità, la loro anima e a fine carriera si sono trovati nella miseria e nel fango, senza alcuna considerazione pubblica. Solo buffoni non più campioni nelle mani di loschi figuri. Senza Milan cosa sarebbe Gigio? Anziché il capitano di una tra le squadre più blasonate del mondo, con un contratto da 8 milioni l’anno, ha preferito essere una figurina nelle mani del suo ignobile e delinquente procuratore Raiola e andare alla corte del PSG per 12 milioni anno, più una maxi tangente per Raiola. Gigio, non eri degno di cantare l’inno di Mameli agli Europei 2021, perché non sei un giocatore d’esempio e persona di riferimento. E’ quanto di peggio possa esserci nel calcio. Nella tua ridicola e ipocrita lettera “sei solo chiacchiere e distintivo”. Sara’ rivelato pubblicamente il sistema criminale che ti circonda. E allora sarai inchiodato fuori da ogni campo da calcio.  La tua ingratitudine è tale che ti marchierà a fuoco per tutta la vita. E’ un disdoro solo citare il cognome per te e tutta la tua famiglia. Non rimarrai nella nostra bacheca, come Albertosi, Dida, Abbiati, Rossi, Cudicini. Sarai solo una perdita a bilancio. Solo un valore negativo!.. Da possibile capitano bandiera, a individuo da disprezzare. E’ così che è già finito un campione a 21 anni. I tifosi ti ignoreranno e non oserai entrare a San Siro perché avrai uno stadio intero contro. I traditori sono maledetti per sempre (studia e leggiti l’Inferno di Dante che li pone nella Caina degradati ai limiti del bestiale, conficcati nel ghiaccio del Cocito, al gelo, senza alcuna umanità, persa con il tradimento). Il Milan ti ha già sostituito egregiamente con Mike Maignan, sarà il nuovo Dida, diventerà più forte di te Gigio. Potevi andartene, però, in altro modo, non mentendo ai tifosi e alla dirigenza, potevi essere ceduto consentendo alla società Milan di incassare un giusto e dovuto ricavo e non una perdita secca a bilancio. In particolare di questi tempi. Hai voluto consapevolmente produrre questo danno su comando di società criminali. Non meriti più alcuna considerazione, solo disprezzo. Per tutti noi sei finito: come morto! (Parma, 15/07/2021)

Luigi Boschi

La Toscanini