Home Argomenti Armi Guerre e Terrorismo Proteste Dove erano i pacifisti italiani alla parata di Putin?

Dove erano i pacifisti italiani alla parata di Putin?

94
0

Dove sono i pacifisti italiani? Dal Papa al Cardinal Zuppi, a Santoro e Orsini? Dove sono gli studenti delle università. Tutti zitti… sulla parata militare del tronfio assassino Putin. Tutti vorremmo vivere in pace…E lo siamo stati grazie alla Nato. Non condivido certo Papa Francesco sull’invasore Putin che dopo aver raso al suolo molte città ucraine se ne è uscito con: “l’abbaiare della Nato alla porta della Russia”; proponendo una visione completamente distorta della realtà.  E le abortiste: “il corpo è mio e decido io!” vadano a rivendicare con le proteste condotte in Italia a Mosca, ci provino…oppure vadano a proporsi ad Hamas, o da Ali Khamenei attuale Ayatollah in Iran. E sventolano orgogliosi la bandiera della Palestina, mentre bruciano quella di Israele e degli USA…lasciando nel loro bagagliaio quella russa…o riproponendo quella comunista. Dimenticando che il corpo è di Dio e decide lui. Cerchino di essere più umili e consapevoli; senza Dio le persone finiscono male. Noi siamo solo una sua manifestazione di puro amore… anche il feto di cui vorrebbero sbarazzarsi. E come tali dovremmo comportarci (basterebbe seguire i dieci comandamenti). Se ne accorgeranno le “onnipotenti rivoltose” cosa sarà della loro vita senza quel figlio, se malauguratamente non ne potranno più avere. Perchè un figlio è un dono d’amore di Dio. E infine, nessuno ha chiesto di modificare la legge194/78 sulla interruzione volontaria di gravidanza, ma di applicarla nella sua interezza, aiutando la scelta della donna, sostenendola anche economicamente, per una scelta consapevole, magari in positivo, di tenere il bambino… Nemmeno sanno queste “rivoluzionarie del giorno dopo”(visto che potevano pensarci prima); i disastri spicologici, i rimorsi, le angosce negli anni successivi della ragione e di esperienza di vita, cosa producono gli aborti. L’aborto non è una pratica anticoncezionale, come spesso è stato utilizzato. I senza Dio portano il mondo all’odio e a produrre crimini come Putin con il suo amico ex KGB ora finito Patriarca ortodosso kirill [LINK]. Ogni cosa terrena senza l’amore di Dio finisce male! Di Putin non resterà nulla, solo l’odio e il dolore prodotti, le sue fortune economiche rubate ai cittadini russi, andranno dissipate o a risarcimento dei morti e dei danni prodotti dalle guerre volute, ma non basteranno! Sarà accostato ai più grandi criminali come Hitler. Navalny, l’ultima vittima di questo omicida, il mondo dei contestatori e delle “rivoluzionarie del giorno dopo” non un gesto o parola di solidarietà con la famiglia. Se Putin dovesse malauguratamente vincere la guerra (da lui denominata “operazione speciale”) contro l’Ucraina avremo una guerra permanente, con rischi per tutto l’Occidente. (Parma, 10/10/2024) Luigi Boschi