Home Produzioni LB Articoli LB Federico Pizzarotti in visita all’Assistenza Pubblica

Federico Pizzarotti in visita all’Assistenza Pubblica

234
0
Link

Pizzarotti come Ubaldi a caccia di consensi in “Pubblica”.

Su questa declinazione di diverse Assistenze Pubbliche di Parma (nate come i funghi) avevo già scritto un articolo diverso tempo fa il 19/11/2014 (LINK), frutto di querela a firma Giuseppe Cattoi di Noceto presidente regionale ANPAS. In quell’articolo spiegavo esattamente la nascita di tutti questi diversi soggetti giuridici nella cui ragione giuridica rimaneva in sostanza “Assistenza Pubblica”. Tutte realtà gestite, guarda un po’, da uno stesso gruppetto di persone, che il Sindaco si è ben guardato dal cercare di analizzare e capire. Non sa nemmeno forse a chi ha fatto visita. Troppo impegnato, l’uscente Pizzarotti, nel raccogliere consensi, per soffermarsi su questi distinguo e approfondimenti, imitando Elvio Ubaldi nel 1998-2002 al termine del suo primo mandato. Da quanto ho percepito, i contenuti da me anticipati, e però oggetto di querela, non si discostano di fatto (se non per qualche personale opinione), da quelli ribaditi in questo articolo, senza firma, di parma.repubblica.it (molto publiredazionale). LB

Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti ha visitato la sede dell’Assistenza Pubblica – Parma Onlus, in Viale Gorizia, accompagnato da Luca Bellingeri, presidente dell’ente, e Filippo Mordacci, presidente della Fondazione Assistenza Pubblica Parma.

Promossa e organizzata dallo storico ente di volontariato dell’Oltretorrente insieme alla Fondazione, la visita ha dato l’opportunità di presentare al primo cittadino e alla stampa l’attività compiuta dall’associazione nel 2014 che, con i suoi oltre 57.000 servizi svolti e 700.000 chilometri percorsi da ambulanze, automediche e pulmini per il trasporto disabili, si è confermata, per la specializzazione e la qualità degli interventi effettuati e l’importanza dei progetti varati, un punto di riferimento fondamentale per la città di Parma.

Al termine della visita, è stata inaugurata dal sindaco e benedetta da don Luigi Maggiali della Parrocchia di Ognissanti una nuova automedica. Un mezzo di eccellenza, donato dalla Fondazione Assistenza Pubblica Parma, quale simbolo di un concreto sostegno alla onlus.

Fondazione Assistenza Pubblica Parma è una realtà sorta nel dicembre del 2013 con l’unico obiettivo di sostenere economicamente l’Assistenza Pubblica Parma Onlus e metterla nella condizione di offrire servizi sempre più qualificati. La Fondazione raggiunge il suo scopo sociale destinando alla onlus gli utili realizzati dall’Assistenza Pubblica Onoranze Funebri S. r. l., costituitasi sempre nel dicembre 2013 su iniziativa della Fondazione, che è ne è socio unico. Proprio per sottolineare la sua importante missione solidaristica, la Fondazione Assistenza Pubblica Parma ha scelto come frase-guida del proprio operato: “Con noi scegli di aiutare la vita”.

“Ringrazio tutti i volontari della Pubblica – ha detto il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti – per avermi invitato, perché sono loro la spina dorsale di un ente che non è una semplice associazione di volontariato, ma una vera e propria istituzione cittadina. Ricordo ancora la sera dell’alluvione, lo scorso ottobre, quando sono venuto qua, nella sede dell’Assistenza Pubblica di Parma, per valutare e coordinare i soccorsi… Sono stato accolto dalla grande famiglia dei militi e anche rifocillato: erano le due di notte e abbiamo mangiato tutti insieme…”.

Grande soddisfazione da parte di Luca Bellingeri, presidente di Assistenza Pubblica – Parma Onlus. “Ci tenevo molto che, durante il mio mandato, la prima visita di un’autorità fosse quella del sindaco, per rimarcare l’importante legame che la nostra associazione ha con la città, come dimostrano i tanti servizi che svolgiamo in sinergia con il Comune di Parma. Per noi, questa visita è anche l’opportunità di mostrare pubblicamente quanto abbiamo fatto nel corso del 2014: la Pubblica, infatti, benché la divisa di noi militi sia sgargiante e le sirene sui nostri mezzi si facciano sentire, svolge un’attività invisibile e silenziosa per i cittadini che non ne abbiano necessità. Però, è una realtà di volontariato importante, che vorremmo fosse conosciuta, anche per trovare sempre nuove persone disposte a dedicare il loro tempo e le loro energie a chi ha bisogno di aiuto”.

La visita del sindaco è stata anche l’occasione per presentare, per la prima volta, la Fondazione Assistenza Pubblica Parma. “Rispetto alla Pubblica che ha 113 anni di vita, noi ne abbiamo soltanto due, ma tutto quello che stiamo facendo – ha spiegato Filippo Mordacci, presidente della Fondazione Assistenza Pubblica Parma – è a sostegno della onlus e dell’attività dei volontari e ne mantiene lo spirito di solidarietà. Quando siamo partiti con questa iniziativa abbiamo avuto coraggio, ma i frutti si cominciano a vedere: provo grande emozione e soddisfazione per quanto siamo riusciti a fare nel 2014, ossia contribuire con circa 200 mila euro al sostegno economico dell’Assistenza Pubblica, e ringrazio sia il Consiglio di amministrazione della Fondazione, in cui siedono, oltre a me, Andrea Folli, Michele Brunelli e Nicola Bianchi, sindaco revisore dei conti, e tutti gli operatori delle Onoranze Funebri. Tutti noi dovremo sempre volere il bene della Pubblica, e speriamo di poterlo fare per almeno 113 anni!”.

ASSISTENZA PUBBLICA – Soccorrere, assistere e confortare la comunità parmense per 24 ore al giorno 365 giorni l’anno. È questo l’obiettivo dell’Assistenza Pubblica – Parma (Onlus).

Nata nel 1902, sono 113 anni che l’associazione è presente laddove c’è bisogno. Con attività di soccorso e di solidarietà e con gesti di sostegno e di aiuto concreto ai cittadini, attraverso un’estesa rete di servizi sul territorio, sempre tempestivi e modulati sulle esigenze dell’utenza.

Solo nell’anno 2014, lo storico ente di volontariato, che ha sede nel cuore dell’Oltretorrente, ha raggiunto oltre 57.000 persone e percorso 700.000 chilometri con i propri automezzi, confermandosi, per la specializzazione e la qualità degli interventi prestati e per l’importanza dei progetti varati nel tempo, un punto di riferimento fondamentale nella vita della città di Parma.

L’associazione conta oggi su un “patrimonio” di 967 militi volontari (o soci attivi), di cui 576 uomini e 391 donne, e di 2.885 soci contribuenti. Solo nel corso del 2014, l’Assistenza Pubblica di Parma ha svolto 51.024 servizi, tra ambulanza e pulmino per il trasporto disabili, percorrendo 698.000 chilometri (17 volte e mezzo la circonferenza della Terra!), cui vanno sommati 5.833 servizi di tipo sociale (Telefono Amico, Pulmino di Padre Lino a favore dei senza fissa dimora, “Estate… in salute”). Le ore di volontariato svolte sono state oltre 249.000 e i turni dei volontari 32.000.

L’Assistenza Pubblica – Parma è un Ente Morale (D. P. R. 149 del 12-02-1969).
Associazione di Volontariato ai sensi della Legge 266/91, è iscritta al n. 83 del Registro Regionale del Volontariato dell’Emilia Romagna.
È una O. N. L. U. S. ai sensi del D. lgs. 460/97.

Ha convenzioni di carattere sanitario o sociale con enti pubblici: Azienda Sanitaria USL di Parma, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Settore Welfare del Comune di Parma, ADA Spa Servizi Cimiteriali, Fondazione Teatro Regio, Tribunale di Parma, Università degli studi di Parma.

Ha accordi con enti privati: Opera diocesana San Bernardo degli Uberti, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, Arci Caos scrl, Parma Football Club Spa.

Collabora con tutte le istituzioni cittadine: Prefettura, Questura, Comune di Parma, Amministrazione Provinciale di Parma, Comando Provinciale Vigili del Fuoco, 112, 113, Comando Guardia di Finanza, Comando Polizia Municipale di Parma Aziende Sanitarie, Provveditorato Agli Studi.

Aderisce ad ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), Forum Solidarietà, Telefono Amico Italia (onlus), Associazione Centoperuno e Assistance Publique de Pikine (Senegal).

LE ATTIVITÀ – Servizio ambulanze È l’attività originaria dell’associazione, suddivisa in trasporto di emergenza ed ordinario, e supera i 34.000 interventi ogni anno.

Soccorso qualificato – automedica Dal 1988 l’Assistenza Pubblica porta l’ospedale al paziente con il primo servizio di emergenza medica in Italia, con oltre 1.800 interventi l’anno.

Trasporto disabili Con la sua rete di solidarietà l’associazione trasporta le persone colpite da una condizione di disabilità, garantendo loro un diritto fondamentale. I trasportati annui sono circa 20.000.

Coordinamento servizi Da oltre vent’anni la Pubblica possiede, grazie al proprio personale, un’esperienza unica in provincia, nell’organizzazione e gestione dei servizi di trasporto con ambulanza o pulmino trasporto disabili, in collaborazione con le associazioni del territorio e le istituzioni.

Protezione civile Da un secolo, è un gruppo pronto a intervenire in tutta Italia, facendo fronte alle emergenze e calamità che segnano la storia del nostro Paese.

Formazione ai cittadini Servizio indispensabile per la sicurezza, la salute e la qualità della vita delle persone, prevede attività quali corsi di educazione sanitaria nelle aziende e nelle scuole e anche di tipo editoriale, come la pubblicazione del quadrimestrale “La Pubblica”.

Prevenzione In collaborazione con l’Azienda Sanitaria USL, l’associazione aderisce alla campagna di prevenzione autunnale, somministrando vaccini antinfluenzali, ed è centro di riferimento per lo screening del tumore colon-retto.

Assistenza Sanitaria Il servizio che accompagna la sicurezza degli eventi sportivi, culturali e delle manifestazioni della città di Parma.

Telefono Amico Da 26 anni il servizio ascolta chi ha bisogno e, con le parole, risponde all’esigenza di conforto di oltre 9.000 persone ogni anno.

Telecompagnia Dagli anni Ottanta l’associazione contatta telefonicamente centinaia di persone anziane o sole, per offrire la sicurezza di una presenza e di un controllo costante.

Unità di strada in favore dei senza fissa dimora (Pulmino di Padre Lino) Un primo momento di incontro con le persone maggiormente a rischio di grave emarginazione, nello spirito che animava Padre Lino da Parma, con una media dei contatti serali di circa 120 persone.

E… state in salute Un numero verde per far fronte all’emergenza caldo a cui le persone con più di 65 anni si possono rivolgere per manifestare disagio ed esigenze durante il periodo estivo.

Cooperazione internazionale Dal 2008, in convenzione con Comune di Parma, Centro di solidarietà l’Orizzonte e Associazione Guy Gi, l’Assistenza Pubblica partecipa a un progetto a favore della città di Pikine in Senegal per promuovere la cultura del soccorso sanitario, e ha contribuito alla nascita in loco di un’associazione di volontariato per il servizio di trasporto infermi; nel 2014, ha donato un mezzo di soccorso a Onsur-Italia Campagna mondiale di sostegno al popolo siriano e, nel 2015, all’associazione di volontariato moldo-italiana “Rinascita”.

Servizio civile volontario L’associazione, sede periferica di Anpas nazionale, offre ai giovani tra i 18 e 28 anni la possibilità di svolgere un’esperienza di solidarietà unica nel suo genere. Può accogliere fino a 12 ragazzi che svolgono servizio civile volontario.

Donazione Sangue Attivo all’interno dell’associazione, esiste un gruppo di volontari che formano la sezione Avis Assistenza Pubblica.

Trasporto disabili commemorazione defunti L’ente, in accordo con A. D. E. S. p. A. mette a disposizione, nei giorni tra la fine di ottobre e il giorno di Ognissanti, un servizio di accompagnamento dedicato alla persone che non hanno possibilità di recarsi ai Cimiteri cittadini in occasione della commemorazione dei defunti.

Inserimenti tribunale L’Assistenza Pubblica, in convenzione con il Tribunale di Parma, si mette a disposizione di coloro che, imputati per guida in stato di ebbrezza, intendono svolgere, al posto delle pene previste, lavori di pubblica utilità.

COME DIVENTARE VOLONTARI – L’Assistenza Pubblica – Parma, come ogni associazione di volontariato, ha costantemente bisogno di forze nuove, da impegnare nelle molteplici attività che la vedono protagonista.
Si possono ricevere informazioni dettagliate sulle attività svolte e su come diventare milite dell’Assistenza Pubblica, recandosi presso la sede e chiedendo dell’Ufficio Comando.

La sede dell’associazione si trova in: Viale Gorizia, 2/A – 43125 Parma
Tel.: 0521.224911 (centralino); 0521.224922 (amministrazione – segreteria)
E-mail: uf[email protected] org, [email protected] org
Web: www. apparma. org

COME DIVENTARE SOCI CONTRIBUENTI – La condivisione degli scopi dell’associazione si può esprimere anche attraverso l’iscrizione all’Assistenza Pubblica – Parma in qualità di Socio contribuente. La quota minima, di 15,00 euro l’anno, dà diritto a partecipare alla vita associativa.

Si può offrire il proprio contributo all’associazione in quattro modi diversi:
Versamento diretto Si può eseguire un versamento direttamente presso la sede, in Viale Gorizia 2/A a Parma.
Conto corrente postale Si può effettuare un versamento sul c/c postale numero 14867436.
Conto corrente bancario Si può effettuare un versamento sui c/c, aperti presso:

– Cariparma Crédit Agricole – Agenzia 1
IBAN: IT42G0623012701000077357358
– Banca Monte Parma – Sede Parma
IBAN: IT11L0693012700000000000319
– Banca Popolare Emilia Romagna – Sede Parma
IBAN: IT50W0538712700000001191712

La causale deve essere: “Erogazione liberale in favore di Assistenza Pubblica – Parma (Onlus)”. Si ricorda che le erogazioni liberali sono deducibili dal reddito, se fatte tramite versamento in c/c, bonifico, assegno bancario o carte di credito/bancomat.

Un altro modo per sostenere l’associazione è di donare il 5 per mille all’Assistenza Pubblica – Parma, indicando il codice fiscale 00270540347 nella propria dichiarazione dei redditi.

FONDAZIONE ASSISTENZA PUBBLICA PARMA Stare al fianco dell’Assistenza Pubblica – Parma Onlus e della comunità per 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno. È questa la finalità solidaristica della Fondazione Assistenza Pubblica Parma.

Nata nel dicembre 2013, in base al suo statuto questa nuova realtà ha, come unico scopo sociale, il mantenimento e il sostegno economico dei progetti e delle attività dell’ente di volontariato dell’Assistenza Pubblica di Parma. Questo avviene attraverso una società di Onoranze Funebri, che si è costituita anch’essa nel dicembre 2013 su iniziativa della Fondazione stessa.

Gli utili che le Onoranze Funebri riescono a conseguire vengono interamente destinati, tramite la Fondazione, all’Assistenza Pubblica Parma Onlus, che li reinveste per tutte quelle attività – il servizio di ambulanza e soccorso in primis – che non trovano sufficienti finanziamenti per la copertura dei costi.

Le Onoranze Funebri sono un servizio che la Pubblica svolge fin dal 1947. Un servizio che si è posto da sempre vicino ai cittadini, soprattutto quelli meno abbienti, nei momenti più difficili della loro vita, caratterizzandosi per umanità, professionalità, efficienza, discrezione, rispetto e costi contenuti.

In qualità di Onlus (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale), un paio di anni fa l’Assistenza Pubblica ha dovuto interrompere questa attività, in osservanza delle normative in vigore che non consentivano agli enti non profit di detenere quote di partecipazione in attività commerciali. Così, il Consiglio direttivo della storica associazione di volontariato di Viale Gorizia ha dovuto cercare – e ha poi trovato – una soluzione che fosse la migliore possibile e permettesse alla Pubblica di continuare a garantire il servizio delle onoranze funebri alla città e ad usufruire dei benefici di questa attività.

Così, dal dicembre 2013, le Onoranze Funebri hanno assunto una forma giuridica diversa, mantenendo, però, invariato l’obiettivo: sostenere economicamente l’Assistenza Pubblica – Parma Onlus.
La Fondazione è socia unica di questa nuova società a responsabilità limitata, che si è presa a cuore la continuazione del servizio delle Onoranze Funebri della Pubblica: tutti gli utili di questa impresa finanziano la Fondazione, la quale, a sua volta, supporta economicamente l’Assistenza Pubblica – Parma Onlus.

Rivolgendosi per un servizio funebre alla Fondazione Assistenza Pubblica Parma, che si trova in Viale Gorizia (presso la sede della Pubblica), i parmigiani continuano ad apportare un beneficio alla Onlus. La Fondazione, infatti, è sorta su iniziativa di alcuni privati, ma non è stata creata con lo scopo di guadagnare, bensì di sostenere l’Assistenza Pubblica – Parma Onlus e di permetterne la sopravvivenza nel tempo.
Tutte le cariche degli Organi della Fondazione sono a titolo totalmente gratuito.

“Con noi scegli di aiutare la vita” è il motto scelto dalla Fondazione Assistenza Pubblica Parma per far conoscere e promuovere la propria esistenza in seno alla comunità parmigiana.
Un evento doloroso, come la morte di un nostro caro, può non essere fine a se stesso, ma contribuire a fare del bene. Chi sceglie la Fondazione per la celebrazione di un funerale, infatti, lo fa perché condivide quel valore della solidarietà e dell’aiuto al prossimo che anima l’ente di volontariato dell’Assistenza Pubblica di Parma dal 1902.

Fonte Link: http://parma-comunica-stampa-parma.blogautore.repubblica.it/2015/09/19/4480/ 

Articoli correlati:

QUALE ASSISTENZA PUBBLICA DI PARMA?