Home Produzioni LB Articoli LB Todde eletta presidente

Todde eletta presidente

44
0
Alessandra Todde
Alessandra Todde


All’una di notte, dopo uno spoglio interminabile, l’annuncio della vittoria con i leader dem e Cinquestelle.

CAGLIARI – “Cambia il vento”, annuncia Elly Schlein. E’ l’una di notte, mancano una manciata di sezioni, ma la segretaria pd e Giuseppe Conte si presentano nel comitato elettorale della candidata del centrosinistra in via Dante per dire che Alessandra Todde ha vinto. Meno di mezzo punto, tremila voti di differenza. “Si profila una vittoria”, aveva annunciato Todde poco prima. “Sarò la prima presidente donna della Regione, una pagina storica per la Sardegna. Sono felice e orgogliosa”. Fuori trecento militanti pd e cinquestelle, in attesa da ore al freddo, inneggiano all’affermazione. Poi entrano in scena anche Conte e Schlein. Foto di gruppo.
“E’ una giornata indimenticabile”, gongola Conte. “I sardi hanno aperto la porta all’alternativa”. Schlein annuisce convinta. Lei e Todde si conoscono da tempo, si stimano. “E’ il modo migliore per festeggiare l’anniversario della mia vittoria alle primarie”, spiega Schlein. “Ci abbiamo creduto come coalizione”. Poi escono fuori. Bagno di folla. Selfie. “Alessandra, Alessandra”, gridano i militanti. Un signore stringe Todde in un abbraccio. Lei si commuove. Ovazione.
Da sempre sostenevo, prima di Paolo Mieli, con i miei amici che avrebbe vinto la Todde. Pensavo con uno scarto maggiore (Todde 45,4%; Truzzu 45%).  E dicevo loro di leggersi il curriculum di entrambi. Più che la politica, in questa elezione, credo, abbia vinto la meritocrazia di una candidata contro un politico imposto, che già non era gradito per la sua amministrazione come Sindaco di Cagliari. Ha vinto, in queste elezioni, la scelta della candidata che va oltre i partiti che l’appoggiavano. LB
curriculum Todde
curriculum Truzzu