Home Produzioni LB Poesie LB 46 anni fa moriva mio padre Ettore

46 anni fa moriva mio padre Ettore

204
0
Ettore Boschi mio papà
Ettore Boschi mio papà

46 anni fa moriva mio padre Ettore
Padre mio, quante volte non ti ho detto ti voglio bene,
Quanto ti vorrei vicino a me, per stare con te, come quando mi venivi a prendere a scuola alle medie o mi venivi a trovare sul tuo letto quando ero ammalato. Quando ti accompagnavo in auto a Milano e volevi che io guidassi la tua auto. Quando mi tenevi per mano e mi portavi la sera, dopo cena, per lo stabilimento. Quando la mattina del mio compleanno mi sorprendevi con il tuo abbraccio e un tuo regalo (a 18 la moto, fu il più bello, indimenticabile). Ero felice sempre di stare vicino a te. Anche nelle aspre discussioni che non sono certo mancate. Quanto ti ho cercato con un pianto urlato perché non eri più con noi; io e la mamma eravamo tuoi orfani.
Quanto saresti stato felice con le tue nipotine nella tua casa. Invece un destino crudele ti ha portato via come un fulmine in un cielo stellato. Un saluto felice tra noi, prima che tu partissi… per sempre, non avrei mai immaginato sarebbe stato l’ultimo.       
Non mi perdonerò mai non averti accompagnato a casa quella sera di 46 anni fa (era il 3 settembre 1977), sono convinto avresti vissuto ancora a lungo. Nessuno poteva immaginare la tua morte improvvisa. Per me eri eterno, niente ti poteva scalfire.   
Quanto mi sei mancato e mi manchi ogni giorno. So che sarai felice ora in cielo con la mamma, i tuoi fratelli e i tuoi genitori, gli amici di paese. Proteggici, lo saprai fare ancor di più dal cielo.
Quello che è successo è già accaduto. Niente si ripete in questa vita. Rimangono, però, i ricordi, i profumi intensi dell’amore perduto.
Ma sarai con noi sempre, con la tua forza, la tua tenacia, i tuoi occhi azzurri che sapevano portare la luce in casa e determinavi il piacere di stare tutti insieme. Questa sera, come ogni anno, dalla tua scomparsa ti penserò in preghiera solitaria fin dal mattino e nella messa del tuo ricordo. (Parma, 03 settembre 2023)
Tuo figlio
Luigi