LA VITA STA CAMBIANDO PELLE: SOCIALBLOG DI OPINIONI INFORMAZIONI E RUBRICHE SU PARMA, TEATRO, CULTURA, MUSICA, VEGETARIANESIMO, VEGANESIMO, ANIMALISMO, ARTE, COSTUME E SOCIETÀ, POLITICA, MONETA.
Home Blog Pagina 3131

NASCE UN SITO PER LE BIENNALI D’ARTE

0
Riunite Venezia, Kassel, Munster e Basilea

(ANSA) - ROMA, 7 MAR - Venezia, Kassel, Munster, Basilea, le esposizioni biennali piu' importanti d'Europa sono riunite per la prima volta in un sito web.'L'obiettivo - ha detto il presidente della Biennale di Venezia Davide Croff - e' quello di poter visitare quest'anno tutte le quattro manifestazioni d'arte contemporanea del mondo in un ideale Grand Tour'. Nel sito www.grandtour2007.com si possono trovare le informazioni necessarie per prenotare hotel, viaggi e altri sostegni logistici.

CALDO RECORD. PRODI: PREDISPORRE MISURE NECESSARIE

0
(ANSA) ROMA - Falsa partenza di primavera, non solo per l'avvistamento delle prime rondini, ma anche per l'anomalo comportamento di alcune specie stanziali, come merli e cinciallegre, già protagoniste di serenate d'amore per la stagione della riproduzione. Sono queste le bizzarrie dovute a questo straordinario inverno 2006/2007, il più caldo mai registrato negli ultimi 200 anni. "Sebbene la stagione sia ancora quella invernale c'é stato sicuramente un anticipo di primavera - spiega Marco Gustin, responsabile specie e ricerca della Lipu - che per le rondini è di almeno 15 giorni. I primi avvistamenti sono stati in Liguria, dove gli uccelli arrivano dallo stretto di Gibilterra, passando per Spagna e Francia, ma anche in Sicilia, che registra il passaggio di quelli che arrivano da Capo Bon, in Tunisia".

INGLESI E IRLANDESI FRATELLI GENETICI

0
(ANSA) NEW YORK - Religione e conflitti secolari a parte, inglesi e irlandesi sono geneticamente fratelli secondo lo studio di un genetista di Oxford di cui oggi dà notizia il New York Times. Secondo Stephen Oppenheimer, i principali antenati delle popolazioni che oggi abitano nelle isole britanniche arrivarono dalla Spagna 16 mila anni fa parlando una lingua simile a quella dei baschi. La versione finora più accreditata dagli storici era che gli abitanti di Gran Bretagna e Islanda discendono in massima parte da popolazioni distinte: gli irlandesi dai celti, gli inglesi dagli anglo-sassoni che invasero le isole dall'Europa del Nord spingendo i celti ai margini.

BAUDRILLARD PADRE DEL POSTMODERNISMO

0
(ANSA) - TORINO, 6 MAR - Per il filosofo Maurizio Ferraris, professore di Estetica a Torino, il pensiero di Baudrillard ha influito moltissimo sul pensiero filosofico dagli anni '70 ad oggi in quanto ''fu il primo ad accorgersi che stavamo entrando nel post-modernismo". "Già alla fine degli anni '60 - ha detto Ferraris - con i suoi studi che partivano dagli oggetti come la fotocopiatrice, simbolo di tutto cio' che si può copiare di sana pianta, aveva cominciato a dire che il mondo stava cominciando a basarsi sul simulacro, sull' idea di qualcosa, sul falso piuttosto che sul fatto, sull' oggetto reale".

11 SETTEMBRE: LA PROVOCATORIA LETTURA DI BAUDRILLARD

0
(ANSA) - ROMA, 6 MAR - La tragedia dell'11 settembre come la "madre di tutti gli eventi", evento assoluto "che racchiude in sé tutti quelli che non hanno mai avuto luogo" come se la realtà stessa fosse divenuta gelosa dell'immagine in "una specie di duello a chi sarà il più inimmaginabile". Così Jean Baudrillard parlava dei fatti di New York in 'Lo spirito del terrorismo'. Ma nel saggio, (edito da Raffaello Cortina nel 2002) e già pubblicato il 3 novembre su 'Le monde', c'era anche l'idea che gli attentati dell' 11 settembre siano il punto zero dal quale la storia riparte e,al tempo stesso, in una lettura provocatoria dal sapore psicanalitico, la certezza quella tragedia riveli la cattiva coscienza dell'Occidente.

UNA LUNGA AMICIZIA

0

PERNIOLA: CON BAUDRILLARD UNA LUNGA AMICIZIA DURATA 30 ANNI

(ANSA) - ROMA, 6 MAR - "E' stata una lunga amicizia, durata trent'anni, quella che mi ha legato a Jean Baudrillard" dice Mario Perniola professore di estetica università Tor Vergata di Roma. "Dalle vacanze passate insieme a Ronciglione vicino al Lago di Vico nel 1977 è stato un susseguirsi d'incontri, di discussioni anche vivaci (come nel 1989 in Spagna all'Escurial in Spagna) fino al grande omaggio che il Zentrum für Kunst und Medientechnologie gli ha dedicato in occasione del suo settantacinquesimo compleanno, al quale anch'io ho partecipato con un testo sulle sue idee sull'arte.

ADDIO BAUDRILLARD, TEORICO DELLA SOCIETA’ DEI SIMULACRI

0
(ANSA) ROMA - Citato indifferentemente dagli indiani metropolitani sul finire degli anni '70 e da dirigenti televisivi controversi e creativi come Carlo Freccero, Jean Baudrillard (morto ieri a Parigi all'eta' di 77 anni) era una star indiscussa della filosofia e della sociologia francese da quando, nel 1968, pubblico' 'Il sistema degli oggetti' cui seguirono, fra gli altri, 'La societa' dei consumì e 'Lo scambio simbolico e la morte'. Nato nel 1929 a Reims in Francia, Jean Baudrillard inizia la sua formazione come germanista, e successivamente ottiene un dottorato in sociologia.

ALDO BUSI. PROSIT!

0
Uscito dalla Feltrinelli in faccia al Grande Albergo,
ti sei avviato nel buio sul marciapiede che costeggia
uno dei tanti malandati siti archeologici di Roma.
 
Montgomery color panna sporca, sigaretta in bocca,
cammini con la solennità compassata e rigida
di chi accompagna il proprio funerale.
 
Rispetto a quello liscio ed espressivo di vent’anni fa,
il tuo nobile viso è alterato e gonfio.
Anche i capelli in testa, caro, ti si sono fatti piuttosto radi.
 
Procedi lo sguardo fisso nel vuoto, come  a contatto

‘A LIVELLA

1

'A LIVELLA

Totòaudio clip
video clip

Ogn'anno, il due novembre, c'é l'usanza
per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll'adda fà chesta crianza;
ognuno adda tené chistu penziero.

Ogn'anno, puntualmente, in questo giorno,
di questa triste e mesta ricorrenza,
anch'io ci vado,e con dei fiori adorno
il loculo marmoreo 'e zi' Vicenza.

St'anno m'é capitato 'navventura...
dopo di aver compiuto il triste omaggio.
Madonna! si ce penzo,e che paura!,
ma po' facette un'anema e curaggio.

'O fatto è chisto, statemi a sentire:
s'avvicinava ll'ora d'à chiusura:
io,tomo tomo, stavo per uscire
buttando un occhio a qualche sepoltura.

"Qui dorme in pace il nobile marchese
signore di Rovigo e di Belluno
ardimentoso eroe di mille imprese
morto l'11 maggio del'31"

PEPPONE, DON CAMILLO E IL BIPOLARISMO PARMIGIANO

5

Lettera a Maurizio Chierici

Peppone e don CamilloNon condivido Maurizio la tua posizione di parte solo schierata pronta a impestare l’altro e a mascherare invece o non dire le nefandezze e le incapacità di casa propria. I panni si devono sbattere, è già primavera, non solo per un effetto climatico. E visto che si tratta di cosa pubblica... 
Un intellettuale, credo, dovrebbe sforzarsi di essere franco. Dovrebbe essere capace di verità, altrimenti è solo cultura a servizio. E’ così che si costruiscono i mostri e non si cambia nulla, ma si riproduce un obsoleto e inutile mascheramento di cui questa società soffre. E’ insopportabile! La maschera non la si porta a vita! A fatica si sopporta per la rappresentazione d’opera.

Vorrei chiederti se ha un qualche senso, un qualche barlume di ragion politica la dialettica promossa a Parma dal centro sinistra in questi mesi? Io mi chiedo come si possa animare e propagandare un simil dibattito? Sbaglio o un tale di nome Tommasini, stanco della emarginazione subita, insieme ad alcuni giovani, li mandò a quel paese nel ’98?
Mi chiedo se è con questo niente, con questo sterile, inutile, rumore che si progetta il futuro? E questi qui dovrebbero essere coloro che indirizzano la società di Parma verso nuove sfide globali? Ingannare l’intelligenza è deprimere la società! La verità è che con questi “scelti” di regime non si va da nessuna parte…E tu lo sai!

FOTODOGGI (53)

1

cappello di fronte

UN PO’ DI HUMOR

0

PRIMAVERA:
Il contrario di ULTIMAFALSA.

CHE COS'E' UNO SCOLAPASTA?
E' un'invenzione che fa acqua da tutte le parti.

ARTICOLAZIONE:
Colazione molto articolata.

COSA CI FANNO I TRICHECHI DAVANTI AL PANIFICIO?
Aspettano che esca la FOCACCIA.

QUAL E' IL COLMO PER UN'APE?
Andare in luna... di miele!

Nevenera

IL BUCO IN FONDO ALL’OCEANO

0
Un "buco" in fondo all'Oceano vedremo il centro della Terra. Scoperta sotto l'Atlantico una zona priva di crosta terrestre: una vasta superfice in cui il mantello è scoperto. Un'équipe di scienziati inglesi inizierà a sondarla. Partita ieri la nave James Cook per studiare e mappare in maniera tridimensionale l'anomalia geologica tra Capo Verde e i Caraibi.

di LUIGI BIGNAMI

(Repubblica.it) ROMA - Non c'è alcun modo di ripetere realisticamente il "Viaggio al centro della Terra" così come lo immaginò Giulio Verne. Non esistono cavità o condotti vulcanici che dalla superficie terrestre siano in grado di portarci nel mantello della Terra e ancor meno nel suo nucleo. Purtroppo anche con le trivelle più sofisticate non si riesce a superare i 15 chilometri di profondità: le temperature e le pressioni là sotto sono così elevate che al momento non vi sono materiali in grado di sopportarle. E 15 chilometri, rispetto agli oltre 6.350 che ci distanziano dal cuore del pianeta, sono davvero una nullità per capire cosa c'è in profondità. Ecco perché, fino ad oggi, ai geologi non rimaneva che studiare l'interno della Terra in modo indiretto, attraverso cioè le onde sismiche. La loro velocità indica infatti la composizione chimica e fisica di ciò che vi è sotto i nostri piedi.

PROGETTO TOP SECRET

0
Dagli Usa il videogioco di massa: "Saremo in centomila a idearlo". L'idea è venuta ad un game developer irlandese, David Perry Finora 20mila iscritti. Al più bravo la maggior parte delle royalties

(Repubblica.it)
ROMA - Ventimila a uno. Che sarebbe il numero di persone al momento coinvolte nella realizzazione di "un" videogioco molto molto speciale che tenta, per la prima volta al mondo, di mettere insieme un team di centomila "creatori". Tutti reclutati grazie ad un sito che accetta chiunque, anche se non si è esperti della materia. Il progetto si chiama Top Secret, perché tutto ciò che lo circonda per ora è coperto dal massimo segreto. Anche iscrivendosi bisogna pazientare almeno una settimana per avere una risposta.

IMMAGINI DELL’UNIVERSO IN EMBRIONE

0

Martedì 13 marzo alle ore 10.30, presso l'Auditorium Plesso Polifunzionale del Campus Universitario (Area delle Scienze), si terrà l'incontro di "Scientiae munus".  Relatore della conferenza dal titolo "Immagini dell'Universo in embrione" sarà il prof. Paolo De Bernardis, docente dell'Università di Roma La Sapienza.

ABSTRACT DELLA CONFERENZA

Lavorando con strumenti spaziali (sopra l'Antartide, ma anche nello spazio profondo) e con speciali telescopi sensibili alle microonde, è stato possibile registrare l'immagine di remotissime regioni dell'universo. Tanto lontane che la luce da esse proveniente è partita quando l'universo era ancora in uno stato primordiale, circa 50000 volte più giovane di oggi, 1000 volte più caldo e un miliardo di volte più denso.
Le immagini ottenute dagli esperimenti BOOMERanG e WMAP mostrano l'universo primordiale come un gas incandescente, simile alla superficie del sole.

Traduci