Home PROGETTI A COLLOQUIO CON L'INCONSCIO Sabbia n.19 intitolata “Forma a raggiera”.

Sabbia n.19 intitolata “Forma a raggiera”.

226
0
Link
Sabbia 19 raggiera

Marco Vettori
[email protected]
sito web


Sabbia n.19 intitolata “Forma a raggiera”.

Dopo aver pensato un poco si mette al lavoro. Bagna la sabbia al centro e costruisce una forma a raggiera. Ricerca e mette poi nella sabbia dei chiodini rossi per completare il lavoro. Dice:” Mi è venuta in mente questa composizione pensando al fatto che oggi dovevo fare il compitino di anatomia e sono stata a casa. Ho voglia di uscire e andare fuori. Tanti puntini rossi che si diramano, radialmente, da un centro. Non da una superficie piatta. Come se i puntini fossero dei raggi che escono da una lampadina: spilli che si diramano. Ha una forma stellata come la voglia di fare che come il sangue va a tutti i distretti. Questa mattina sono andata a comprarmi i pantaloni agendo d’istinto. Questi momenti ‘più’ servono… Poi imparo…

La mia ipercineticità si può paragonare ad una bilancia che prima deve oscillare, poi trova un equilibrio da una realtà virginale”.

C’è un’evoluzione. Adesso nella sabbia è entrato il rosso fuoco: il colore delle emozioni. Da una dimensione statica siamo passati ad una realtà dinamica e cinetica. Stella o vulcano: realtà che paiono avere un loro orientamento. Sembra che Eli sia orientata verso uno spazio più regolare collegata ad un certo equilibrio. Movimento che orienta ‘la propria diffusione’ verso ‘l’esistenza’. Con un ‘ultima riflessione possiamo notare che nella sabbia n.19 si è delineato uno sviluppo di quella precedente. Sia nella sabbia che precede sia in questa c’è ‘un centro’: una sorgente di energia da cui si espandono raggi ! In precedenza, Eloisa era ‘aggomitolata’ nella testa.

La Toscanini