Home Argomenti Ambiente e Ecologia Pierangelo Bertoli: Eppure il vento soffia ancora

Pierangelo Bertoli: Eppure il vento soffia ancora

325
0

” Eppure il vento soffia ancora”, dedicata a tutti quelli che non sono andati a votare al referendum sulle trivelle: Perché l’indifferenza è complicità. “E I crimini contro la vita li chiamano errori”. Il cileno Rodrigo non fermerà il vento dei boschi. LB

E l’acqua si riempie di schiuma il cielo di fumi 
la chimica lebbra distrugge la vita nei fiumi 
uccelli che volano a stento malati di morte 
il freddo interesse alla vita ha sbarrato le porte 

un’isola intera ha trovato nel mare una tomba 
il falso progresso ha voluto provare una bomba 
poi pioggia che toglie la sete alla terra che è vita 
invece le porta la morte perché è radioattiva 

Eppure il vento soffia ancora 
spruzza l’acqua alle navi sulla prora 
e sussurra canzoni tra le foglie 
bacia i fiori li bacia e non li coglie 

Un giorno il denaro ha scoperto la guerra mondiale 
ha dato il suo putrido segno all’istinto bestiale 
ha ucciso, bruciato, distrutto in un triste rosario 
e tutta la terra si è avvolta di un nero sudario 

e presto la chiave nascosta di nuovi segreti 
così copriranno di fango persino i pianeti 
vorranno inquinare le stelle la guerra tra i soli 
i crimini contro la vita li chiamano errori 

Eppure il vento soffia ancora 
spruzza l’acqua alle navi sulla prora 
e sussurra canzoni tra le foglie 
bacia i fiori li bacia e non li coglie 

eppure sfiora le campagne 
accarezza sui fianchi le montagne 
e scompiglia le donne fra i capelli 
corre a gara in volo con gli uccelli 

Eppure il vento soffia ancora!!!


ROMA – Il quorum al referendum sulle trivelle non è stato raggiunto: ha votato solo il 31,19% degli elettori (dato definitivo, pari a 15.806.788 cittadini che si sono recati alle urne su un totale di 50.675.406 aventi diritto) e quindi la consultazione non è valida. Inutile quindi la netta vittoria del Sì tra chi è andato a espirmere il proprio voto (13.334.764, pari all’85,84 per cento): l’attività di estrazione di petrolio e gas entro le 12 miglia dalla costa potrà continuare fino all’esaurimento del giacimento, per le concessioni già attive.

LO SPECIALE: LO SPOGLIO E I RISULTATI IN TUTTI GLI 8000 COMUNI

Il premier Matteo Renzi ha commentato a caldo il risultato: “Il governo non si annovera tra i vincitori. I vincitori sono gli ingegneri e gli operai, lavoratori delle piattaforme”, ma “massimo rispetto per tutti gli italiani andati al voto, comunque essi abbiano votato. Chi vota non perde mai”.

Poi ha attaccato i promotori del referendum: “Ma gli sconfitti ci sono, hanno nomi e cognomi. Sono quei consiglieri regionali e alcuni presidenti di regione che hanno voluto cavalcare questo referendum per esigenze personali. Per esigenze di conta interna da parte di qualcuno. È la dimostrazione che la demogogia non paga”.

Fonte Link repubblica.it

Previous articleTUTTA LA VERITA’ SULLA CARNE DI CAVALLO
Next articleMANON LESCAUT A LIVEOPERA al Ridotto del Teatro Regio di Parma sabato 23 aprile 2016, ore 16.00