Home Sokrates Alessandro Baricco SENTIRE

SENTIRE

94
0
Link

Ha questo di bello, il cinema: che quand’è bello lo capisci. Voglio dire: il pubblico medio può riconoscere il capolavoro, riesce a ricoscerlo subito. Magari poi non va in vetta alle classifiche, ma c’è una sostanziosa parte di pubblico che lo riconosce. La parabola di ricerca degli autori e la crescita percettiva del pubblico procedono sostanzialmente parallelle. […] Quel film è sfinente.
Così ho visto riapparire il fantasma di un meccanismo che ho già incontrato, altrove, e che, altrove, ha già combinato abbastanza disastri: quando vengono messi in connessione intelligenza e difficoltà, quando il valore di un’opera passa attraverso la negazione del piacere, quando un’opera per diventare bella deve diventare inaccessibile e per diventare un capolavoro deve azzerare la propria natura di prodotto di consumo. E’ un meccanismo perverso. Ma soprattutto: vecchio. Abbiamo già dato.

Alessandro Baricco
"Barnum"

SOKRATES n°3 – 24 Aprile 1996

 

 

La Toscanini