Home Sokrates Woody Allen MIODDIO

MIODDIO

56
0
Link

INTERNO NOTTE.
CLIFF E’ SOLO,
DISTESO SUL LETTO, QUANDO NELLA STANZA GLI APPAIONO GLI OCCHI DI DIO.

CLIFF: Dio, sei in gran forma.
DIO: Oh, tutte fantasie.
CLIFF: Bé, per me sei già in gran forma.
DIO: Se permetti vorrei farti una domanda.
CLIFF: (sospira) Oh Gesù, è una cosa… terribile. Scusami, sono sconquassato. Sono stato…
DIO: Gli occhi di Dio vedono tutto. Dimmi… se non sono indiscreto… hai poi risolto quei problemi personali,
CLIFF: Sì, ma non potrà mai essere tutto come prima?
DIO: Bé, la gente si porta appresso i suoi peccati: Oh’, forse, qualche volta ha un brutto momento, ma… poi passa.
E col tempo tutto svanisce… La commedia è tragedia più tempo.

CLIFF: Oh è meraviglioso.
DIO: Tragedia più tempo… Adulterio, fornicazione, menzogne, delitto…
CLIFF: (sospira) Quelli sono tra i ricordi più belli che ho.
DIO: Questo genere di eventi mi ha sempre rattristato.
CLIFF: (sospira),
DIO: E ti conosco abbastanza per sapere che anche in te c’è una scintilla di tutto ciò.
CLIFF: Sì?
DIO: Dev’essere molto duro vivere con un peso così sulla coscienza. Penso che pochissimi potrebbero.
CLIFF: Tu invece vivi nel regno dei cieli. Io ero riuscito a restare fuori dal mondo reale… ma… improvvisamente… lui mi ha snidato.
DIO: Io… io… tu riesci sempre a farmi perdere la pazienza.
CLIFF: Nel corso di tutta la vita dobbiamo affrontare decisioni angosciose… scelte morali. Alcune sono… sono meno importanti… Ma… sono le scelte che abbiamo fatto a fare di noi quello che siamo. Noi siamo infatti la somma totale delle nostre scelte. Gli eventi si svolgono così imprevidibilmente… così ingiustamente. E la felicità umana… non sembra essere statainclusa nel disegno della creazione. E’ soltanto con la nostra capacità di amare che diamo un senso a un universo indifferente. E tuttavia… la maggior parte degli esseri umani continua a cercare e perfino a trovare… la gioia nelle cose semplici… nella famiglia… nel lavoro… e nella speranza che le generazioni future possano capire di più.
DIO: E’ una questione che non mi riguarda.
CLIFF: (sospira) Il mio timore si è avverato.
DIO: Pensi anche tu che gli occhi siano finestre dell’anima?
CLIFF: Bé, io credo siano finestre, ma non… sono sicuro di vederci l’anima.
DIO: Guarda a sinistra. Adesso davanti a te. A destra. Bene così.
CLIFF: E’ ripugnante.
DIO: Bene, dopo ti faccio vedere altro materiale davvero fantastico.
CLIFF: Cristo! Dopo una vita di duro lavoro un uomo non può stare lì immobile a guardarsi sprofondare nella tazza del cesso.
DIO: Bé, l’avevo detto che era una storia agghiacciante, no? (ride)
CLIFF: Sì? Il soggetto per un film?
DIO: Un film? (sospira) Io invece sto parlando della realtà. Se vuoi un lieto fine, vai a vedere un film di Hollywood (ride).

Woody Allen
"Elementi di paesaggio"

SOKRATES n°6
– 15 Maggio 1996

La Toscanini