Home Skenet Fondazione Teatro Due L’ARTE DELLA COMMEDIA di Eduardo De Filippo Teatro Due, 18 e 19...

L’ARTE DELLA COMMEDIA di Eduardo De Filippo Teatro Due, 18 e 19 aprile ore 20.30

33
0

L’ARTE DELLA COMMEDIA
di Eduardo De Filippo
adattamento e regia
Fausto Russo Alesi
con (in ordine di locandina)

Fausto Russo Alesi, David Meden, Sem Bonventre, Alex Cendron, Paolo Zuccari, Filippo Luna,

Gennaro De Sia, Imma Villa, Demian Troiano Hackman, Davide Falbo
scene Marco Rossi, costumi Gianluca Sbicca, musiche Giovanni Vitaletti
luci Max Mugnai, consulenza per i movimenti di scena Alessio Maria Romano
assistente alla regia Davide Gasparro, assistente ai costumi Rossana Gea Cavallo

foto di scena Anna Camerlingo
produzione

Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Fondazione Teatro della Toscana – Teatro Nazionale, Teatro di

Roma-Teatro Nazionale, Elledieffe

si ringrazia per la collaborazione il Piccolo Teatro di Milano -Teatro d’Europa

Teatro Due, 18 e 19 aprile ore 20.30

Va in scena a Teatro Due il 18 e il 19 aprile alle ore 20.30 lo spettacolo L’arte della commedia di Eduardo De Filippo, con adattamento e regia di Fausto Russo Alesi.
In scena Fausto Russo Alesi, David Meden, Sem Bonventre, Alex Cendron, Paolo Zuccari, Filippo Luna, Gennaro De Sia, Imma
Villa, Demian Troiano Hackman e Davide Falbo.
L’arte della commedia, la straordinaria e geniale opera di Eduardo fa parte della raccolta dei “giorni dispari”, le commedie scritte dal dopoguerra in poi che affrontano le difficili e problematiche questioni del vivere quotidiano, delle relazioni private e pubbliche tra gli esseri
umani. Incredibile è la forza e l’attualità del testo che ci porta in maniera implacabilmente diretta a confrontarci con la mortificazione e la censura della cultura attraverso un’ambigua e allo stesso
tempo tragica e farsesca commedia.
“Si tratta di un testo magistrale, di ampio respiro e straordinariamente imperfetto, come imperfetto è l’essere umano alla ricerca della sua identità, del suo bisogno di tutela, del suo diritto
di esistere – racconta Fausto Russo Alesi. L’opera ci parla del rapporto contradditorio tra lo Stato e il Teatro, del ruolo dell’arte e degli artisti nella società, ma le domande, i dubbi, le responsabilità e le debolezze che Eduardo mette in campo ci riguardano tutti e quel “Teatro” si fa risuonatore del nostro rapporto con il potere e con il bisogno di essere ascoltati e soprattutto riconosciuti.
Eduardo tira fuori il suo rospo in gola, non fa sconti a nessuno e affronta tematiche incandescenti, rivendicando con forza la funzione del teatro di farsi veicolo e di insinuare il dubbio nello spettatore, attraverso interrogativi irrisolti e soprattutto attraverso un intenso primo piano sulla faccia e sul corpo dell’attore. Proprio nell’incontro scontro tra tutti i protagonisti della commedia penso stia il segreto del Teatro.
Ho iniziato a studiare L’arte della commedia prima della pandemia per la forza e la lucidità con cui Eduardo si occupa della condizione dell’attore. La commedia oggi mi parla ancora di più, perché è
difficile rimarginare la ferita che in questi anni ci ha portato fin qui e non riesco ancora ad accettare che da quasi tre anni molti di noi non stanno più andando in scena e che molti teatri e compagnie siano costretti a chiudere definitivamente, a bruciare spettacoli appena nati, a non portare più gli spettacoli in giro per il mondo. Ognuno di noi a suo modo, ha subito e subisce
ancora l’incendio di quel “capannone” a cui ha dedicato tutta la sua passione, tutte le sue energie, tutta la sua fiducia.
Ed è da quelle ceneri che deve nascere la voglia e il diritto di ricostruire, rivendicando un dialogo e un ruolo determinante che, fuori da ogni censura, non sia schiavo silente delle leggi della
produttività e del mercato.
Ho scelto e voluto con me una meravigliosa compagnia di artisti, tutti potenziali capocomici, generazioni a confronto, ognuno con il suo differente percorso personale di amore e dedizione per
il Teatro, l’unione di forze che cercano giornalmente di far sopravvivere un “senso” e che cercano di portare in scena, tra mille fatiche, la numerosa compagnia teatrale che hanno nell’anima.”

Informazioni e biglietteria: Tel 0521230242 – biglietteria@teatrodue.org
Per informazioni e biglietteria: tel. 0521/230242, biglietteria@teatrodue.org
www.teatrodue.org